efficacia coppette anticellulite

Come si usano le coppette anticellulite? Sono efficaci?

Coppette anticellulite: caratteristiche

Le coppette anticellulite sono strumenti utilizzati per intervenire in quelle zone in cui vi sono gli antiestetici cuscinetti di grasso. Il loro impiego è iniziato all’interno dei centri di bellezza.

Alcune delle spa più prestigiose hanno proposto tra i vari trattamenti anche il cupping massage o coppettazione. Si tratta di una tecnica che permette di aspirare la pelle all’interno di alcuni vasetti appositi (coppette appunto) creando nella zona desiderata un vuoto.

Il trattamento rientra nella cosidetta medicina alternativa ed il suo impiego risale a tempi lontanissimi. Sembra che già gli antichi egizi usassero la coppettazione per curare diverse patologie.

Le coppette originali erano in vetro o ceramica. Una volta riscaldate venivano poggiate sulla cute.

L’aria all’interno raffredandosi creava la bassa pressione, che faceva contrarre il vasetto attirando verso l’interno la pelle.

Quelle che vengono utilizzate oggi sono in silicone e nei centri estetici queste sono collegate ad un’apposita valvola che permette di aspirare l’aria, creando l’effetto vuoto all’interno.

Trattamento con le coppette anticellulite

Molte aziende propongono oggi le coppette anticellulite per trattamenti da fare in casa, con la tecnica del fai da te. Vediamo insieme come funzionano e se sono davvero efficaci.

Innanzitutto bisogna precisare che le coppette non dovrebbero mai essere poste sulla cute asciutta. Per un trattamento ottimale dovremmo prima sottoporre la zona interessata ad un massaggio con dell’olio specifico.

Per intensificare l’azione anticellulite potrete massaggiare con olio di mandorle.

In alternativa possiamo applicare le coppette anticelulite mentre siamo sotto la doccia, sulla pelle bagnata e insaponata. L’effetto anticellulite si ha quando la pelle viene risucchiata all’interno della coppetta.

Poiché in casa non possiamo disporre della valvola che crea l’effetto vuoto, sarà necessario fare uscire l’aria stringendo con forza la coppetta. Quindi dopo aver appoggiato i bordi sulla pelle, facendo attenzione che tutta la coppetta aderisca alla cute, dovremo stringere forte la parte superiore e poi rilasciarla.

Quando la coppetta avrà pizzicato la pelle, potremo iniziare il massaggio vero e proprio.
Le applicazioni non dovranno superare i venti minuti ciascuna e dovranno essere fatte in zone del corpo precedentemente depilate e prive di ferite ed escoriazioni.

Massaggio anticellulite con coppette

Un buon massaggio anticellulite prevede tecniche diverse a seconda delle zone interessate dal trattamento. Se state intervenendo sulle vostre gambe i movimenti più indicati vanno dall’alto verso il basso.

Se invece ad aver bisogno di un trattamento in grado di eliminare gli antiestetici cuscinetti di grasso sono cosce e glutei, il massaggio più indicato prevederà piccoli movimenti circolari.

Il massaggio dovrebbe essere effettuato regolarmente. Inizialmente viene consigliato di ripetere il trattamento almeno tre volte a settimana. La frequenza andrà poi ridotta man mano che i cuscinetti di grasso si attenuano, fino a giungere ad un trattamento a settimana, che consentirà di mantenere i risultati raggiunti.

Durante il massaggio possono verificarsi piccoli fenomeni di prurito o leggeri arrossamenti della pelle. Si tratta di effetti che non devono allarmare e destinati a scomparire in pochi minuti una volta terminato il massaggio.

Controindicazioni all’utilizzo delle coppette anticellulite

Sebbene si tratti di un rimedio naturale, vi sono alcuni soggetti che dovrebbero consigliarsi con il proprio medico prima di utilizzare le coppette anticellulite.

Dovranno evitare di usarla coloro che soffrono di vene varicose o di ipertensione. Anche chi assume anticoagulanti dovrà fare molta attenzione.

L’impiego delle coppette è inoltre sconsigliato nelle zone del corpo in cui sono presenti molti nei.

Da ricordare infine che, se anche nei centri di bellezza le coppette anticellulite vengono utilizzate su tutto il corpo (compreso il viso), nei trattamenti casalinghi è consigliabile limitare i massaggi a fianchi, pancia, gambe e glutei.

Alcune donne lamentano piccoli fastidi durante la coppettazione. Questo inconveniente può essere risolto con un massaggio più soft, ad esempio limitando l’aspirazione.

Basterà evitare di svuotare d’aria completamente la coppetta prima di iniziare.

I principi della coppettazione

Quali sono i principi del cupping massage? Se vi state chiedendo come facciano le coppette anticellulite a facilitare l’eliminazione dei cuscinetti di grasso, la risposta è nella loro capacità di formare una specie di ventosa.

La pelle, dopo essere stata pizzicata, viene sotttoposta ad una stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica. In questo modo viene facilitata l’eliminazione dei ristagni di tossine. La cute sottoposta a questo trattamento risulterà più liscia e compatta.

La caratteristica principale donata dalla coppettazione è quella di fare affluire una maggiore quantità di sangue nella zona in cui vengono poggiate le coppette.

Questa particolare caratteristica la rende uno strumento molto apprezzato, oltre che dalle donne che necessitano di un aiuto per combattere la cellulite, anche dagli sportivi.

Sembra infatti che il maggior afflusso di sangue si riveli un vero toccasana per alleviare i dolori muscolari derivanti da sforzi fisici, freddo o eventi traumatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *