trattamenti argilla pregi

I trattamenti all’argilla pregi e difetti

L’argilla è uno degli ingredienti naturali più noti per le sue proprietà benefiche sulla salute, ma, soprattutto sulla pelle e sui suoi inestetismi più diffusi. Acne, smagliature, punti neri, cellulite, colorito spento sono soltanto alcuni dei problemi comuni da combattere con i trattamenti all’argilla.

Tuttavia, esistono molte tipologie differenti di argilla che rispondono a esigenze altrettanto diverse, capiamo quindi assieme le virtù e i difetti dei trattamenti all’argilla.

Argilla, che cos’è e da dove si ricava

L’argilla è sostanzialmente una terra, molto ricca di minerali e dalle proprietà antibatteriche. Usata per curare i principali fastidi della pelle fin dall’antichità, esistono diverse tipologie in genere classificate per colore, anche se tra un tipo e l’altro cambiano anche il posto in cui viene estratta l’argilla, la percentuale di ferro, la composizione chimica della tipologia.

Tutte le argille, però, riescono ad aggrapparsi alle cellule morte della pelle, esfoliandola in modo naturale e portando con sé tossine e batteri. Inoltre, l’argilla viene considerato un prezioso rimedio contro le ustioni, poiché non solo blocca il dolore ma aiuta anche la pelle a rigenerarsi.

A occhio nudo, nella sua forma naturale, l’argilla non è altro che una polvere più o meno colorata che entrando in contatto con l’acqua diventa cremosa.

Argilla, tipologie e proprietà

Cominciamo dall‘argilla verde, la più diffusa e utilizzata. In genere è abbastanza aggressiva se usata da sola sulla pelle, per questo si consiglia sempre di combinarla con altri ingredienti naturali che possano lenire e idratare l’epidermide.

Molto adatta alla pelle più grassa e oleosa, a quella a tendenza acneica – purché non troppo sensibile, si dice spesso che serva ad “asciugare la pelle”.

In genere si presenta con una consistenza granulosa e quindi ha una forte azione esfoliante e viene utilizzata soprattutto sul corpo come esfoliante anticellulite, drenante. Dal forte potere detox, è perfetta anche come trattamento pre-depilazione per preparare la pelle.

L’argilla bianca ha delle proprietà benefiche simili a quella verde, ma è estremamente più delicata e quindi preferibile per i trattamenti per il viso. È adatta anche alla pelle più sensibile e irritabile e spesso viene combinata ad altre argille più forti così da poterle rendere meno aggressive nel risultato finale sulla pelle.

L’argilla gialla e quella rossa arrivano direttamente dal Marocco e aggiungono ai benefici generici dell’argilla, un effetto detox molto importanti. Per questo vengono utilizzate per lo più sul corpo, dato l’effetto molto drenante e detossinante. Questo mix viene considerato il più efficace per combattere la cellulite e la ritenzione idrica, ma anche per rendere la pelle del corpo più tonica.

L’argilla rosa è quella più delicata, molto utilizzata per i trattamenti purificante al viso. È molto ricca di oligoelementi, è perfetta per disinfettare ma anche idratare e ammorbidire la pelle più fragile in modo naturale. Ha un alto potere anti-age ed è indicata anche per una pelle che ha bisogno di una sferzata di energia e luminosità.

Fin dall’antichità, l’argilla verde ventilata veniva utilizzata per la preparazione di impacchi per la pelle, per alleviare le irritazioni oppure per diminuire i dolori articolari e muscolari.

Persino gli antichi egizi la usavano, soprattutto quando si trattava di curare traumi, slogature o far calcificare in fretta un arto rotto, mentre nel IV° secolo a.C. lo stesso Ippocrate se ne serviva per lenire i dolori più disparati, e persino Plinio il Vecchio la raccomanda come un rimedio dalle numerose virtù.

Infine, l’argilla verde può essere anche ventilata, molto diffusa soprattutto nel campo della cosmesi o della salute. Per intendersi, è il tipo di argilla che viene utilizzata anche a casa. Quella ventilata si scioglie in acqua molto facilmente e rilascia minerali preziosi.

Le maschere e i trattamenti all’argilla

A seconda dell’esigenza e dell’inestetismo che si vuole andare a curare e combattere, sarà meglio preparare una maschera specifica. Ad esempio, per la pelle delicata ma impura o mista si può preparare un trattamento a base di argilla verde e amido di riso, che andrà a rendere più soft l’effetto finale.

Inoltre, mescolare tutto con un infuso di camomilla e non con l’acqua renderà il trattamento ancora più delicato e lenitivo sulla pelle. Una volta mescolata la maschera, la si può applicare sul viso e tenerla finché non si secca completamente. Per un trattamento anti-impurità per la pelle grassa, l’argilla verde si può mischiare a olio di mandorle e olio essenziale di rosa, calmante e lenitivo.

I trattamenti per i capelli

L’argilla è utile anche per impacchi sui capelli, quella bianca è utile nel caso di capelli sfibrati e sottili, quella rossa e quella verde sono più indicate per i capelli grassi. Se, poi, si vuole una maschera nutriente per capelli, si potrà sempre aggiungere qualche goccia di olio di cocco o di jojoba.

Un esempio di impacco per capelli grassi è questo: si possono prendere un paio di cucchiai di argilla amalgamandola con l’acqua e stendere poi su tutta la chioma il trattamento.

L’ideale è coprirsi la testa con un asciugamano, meglio ancora se caldo e far agire per almeno trenta minuti. A questo punto, si può procedere con lo shampoo, meglio se delicato. Per i capelli secchi, invece, si può mescolare l’argilla con un cucchiaino di miele oppure di olio d’oliva.

Massaggiando poi l’impacco sulla cute risciacquando accuratamente, si può procedere con lo shampoo. Il risultato saranno dei capelli nutriti e morbidissimi.

I trattamenti all’argilla per il corpo

L’argilla è un vero toccasana anche per il corpo e può essere facilmente utilizzata come trattamento naturale per combattere molti inestetismi, come il ristagno dei liquidi, la cellulite, l’eccessivo gonfiore, la fragilità capillare.

Per questo si usa soprattutto l’argilla verde, perfetta per fanghi o impacchi da utilizzare sul corpo. Esistono trattamenti ad hoc, ma anche ricette fai da te per preparare degli impacchi anti-cellulite da utilizzare a casa, spalmandoli sulle zone critiche e lasciandoli in posa per almeno mezz’ora.

Ad esempio si può realizzare un impacco a base di argilla verde, olio essenziale al limone ed estratto al rosmarino, perfetto per questa esigenza. Ricordiamo sempre di non utilizzare cucchiai di acciaio o materiali non naturali perché potrebbero interferire con le proprietà dell’argilla stessa.

Le controindicazioni dell’argilla

Sostanzialmente non ci sono particolari controindicazioni, tranne se, ovviamente, si è allergici a questo elemento. Per questo, soprattutto se si utilizza l’argilla verde o quella rossa, particolarmente forti, è sempre meglio testare il trattamento su una piccola porzione della pelle così da vedere se ci sono reazioni allergiche oppure no. Attenzione anche a chi assume farmaci particolari, perché il trattamento all’argilla potrebbe interferire con il normale assorbimento della terapia, sarà meglio, quindi chiedere al proprio medico di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *