pelle e alimentazione

Problemi della pelle ed alimentazione, come sono collegati?

La salute della nostra pelle passa anche dalla tavola

I problemi della pelle sono molto comuni, sia negli uomini che nelle donne e ci sono numerosi trattamenti specifici per ognuno di essi.

Tuttavia, è importante sottolineare che i problemi della pelle non sono soltanto problemi della pelle. Infatti, qualsiasi malattia che si presenta a livello della cute è, allo stesso tempo, una manifestazione di uno squilibrio interno. Questi squilibri di solito compaiono quando l’intestino e i reni perdono la capacità di scaricare le tossine in modo efficiente. Questo dipende indubbiamente anche dalle nostre scelti alimentari.

Alimentazione e pelle: un legame inevitabile

L’alimentazione ha una importante peso sullo stato della pelle e può prevenire o addirittura curare diverse malattie della cute, ma può anche causare diverse malattie all’epidermide, soprattutto se si esagera nel consumo di grassi animali, di latticini, di zucchero e di bevande gassate.

Ma quali sono gli alimenti che fanno bene alla nostra pelle?

pelle curata alimentazionePensiamo alle verdure ad esempio. La maggior parte dei principi attivi in grado di svolgere un ruolo protettivo sulla pelle, si trova in misura maggiore nel regno vegetale. La frutta fresca, ad esempio, fornisce nutrienti alle cellule e una varietà stimabile di vitamine, minerali e aminoacidi facilmente assimilabili.

Che dire poi degli antiossidanti naturali? Alcuni nutrienti sono dei veri e propri antiossidanti naturali, in grado di prevenire o ritardare il danno ossidativo. Si tratta di sostanze che agiscono contro i radicali liberi, neutralizzandoli e fermando la formazione di catene di radicali. Parliamo ad esempio dei polifenoli, dei flavonoidi e dei carotenoidi.

La vitamina C e la vitamina E, ad esempio proteggono la pelle da danni del sole, perché stimolano la produzione di collagene, ripristinano le pelli secche e ruvide. La vitamina A, invece, è usata per la riduzione delle rughe e per il controllo dell’acne. Il complesso delle vitamine B poi è indicato nelle dermatiti e il loro potere anti-infiammatorio fa si che esse combattano l’invecchiamento cutaneo.

—-LEGGI QUI PER SCOPRIRE COME CURARE LA PELLE ANCHE DI NOTTE—-

Le malattie della pelle e il cibo

Il ruolo degli alimentari nelle malattie della pelle diventa sempre di più evidente, per cui l’alimentazione può indubbiamente prevenire alcune malattie che colpiscono la pelle. Diminuire il consumo di alcol, ad esempio porta ad una forte riduzione del rischio di sviluppare un melanoma, soprattutto in quei soggetti che hanno un alto rischio di svilupparlo nell’arco della loro vita.

Che dire poi dell’orticaria cronica. Studi recenti hanno dimostrato che diminuendo il consumo di cibi che contengono allergeni, si riesce a controllare l’orticaria, riducendo i suoi fastidiosi sintomi. La psoriasi poi migliora molto se, alle terapie, si associa una alimentazione corretta, ricca di vitamina D e di antiossidanti.

Cosa fare quindi?

Attraverso la conoscenza del ruolo che possiede la dieta nei vari processi patologici cutanei, ci deve portare a variare gli stili di vita alimentari, che possono diventare dei veri e propri strumenti in grado di supportare le terapie o diventare dei veri e propri strumenti di prevenzione contro le malattie della pelle.
Questo perché la salute della pelle rientra nella salute generale del nostro organismo e una buona nutrizione è fondamentale, perché non bisogna mai dimenticare che, attraverso la nutrizione, forniamo il cibo necessario per lo sviluppo delle nostre cellule, senza le quali il nostro corpo non è in grado di adempiere alle sue funzioni.

Ma una buona alimentazione è sufficiente?

No! La nutrizione deve essere accompagnata anche da una corretta attività fisica, perché l’esercizio fisico aumenta la frequenza respiratoria e questa consente la buona distribuzione di ossigeno nel corpo, sostanza indispensabile per le cellule. Inoltre è importante garantire al proprio corpo un buon riposo, che favorisce la disintossicazione. Inoltre, è molto importante proteggersi dai raggi solari, perché molto spesso i danni del sole solo perenni.
La sovraesposizione al sole, infatti, favorisce la formazione di radicali liberi, cellule dannose e distruttive, che deteriorano i tessuti e causano invecchiamento.
Inoltre è molto importante l’idratazione. Bisogna ricordare infatti che le nostre cellule sono composte per la maggior parte di acqua.
Quando si beve poco, la pelle è vittima di processi di desquamazione e di secchezza.
Per questo motivo è importante consumare molta acqua, ma non solo, perché ci sono bevande come il the verde, ad esempio, che ha proprietà anti-infiammatorie e disintossicanti molto note.
Non bisogna dimenticare che l’acqua si assume anche grazie al consumo di tutta quella frutta e di tutta quella verdura ricca di acqua. Che dire ad esempio delle angurie e meloni dei meloni in estate, o dei cetrioli in una bella insalata? Senza contare che assumiamo una buona dose di acqua anche mangiando una ricca insalata di lattuga e pomodori.

Quindi cosa dobbiamo mangiare?

La dieta mediterranea è molto apprezzata dai dermatologi, perché contiene pesce, verdure a foglia verde, olio d’oliva e frutta, veri e propri protagonisti di questa dieta sana, che fa bene oltre che alla pelle, anche al cuore. I benefici della dieta mediterranea serve anche per la prevezione contro il melanoma. Se poi dobbiamo concentrarci a livello dell’epidermide, gli acidi grassi omega-3, contenuti nei pesci, aiutano a mantenere le membrane delle cellule della pelle forti ed elastiche. L’olio d’oliva, i pomodori e il vino, soprattutto quello rosso, hanno forti poteri antiossidanti.

E la dieta vegetariana?

Evitare la carne e altri prodotti animali, per motivi etici o per motivi salutistici, ha effetti positivi sulla pelle. Il consumo di verdure, infatti, porta all’assunzione di antiossidanti, che sono in grado di neutralizzare i radicali liberi, causa della formazione delle rughe, delle macchie sulla pelle e di altri segni di invecchiamento. Inoltre, i vegetariani tendono ad assumere un basso contenuto di grassi, che ha altresì effetti benefici sulla salute della pelle.

Inoltre, il consumo di cereali integrali e di prodotti freschi apporta il consumo di zinco e di quelle proteine atte alla produzione di collagene.

Concludendo, possiamo dire che la pelle riflette lo stato generale della nostra salute e che la nutrizione è determinante per la salute della nostra pelle, basta considerare il ruolo che le vitamine, i carotenoidi, i flavonoidi e gli estratti vegetali svolgono come potenti anti-ossidanti. Per cui la salute della nostra pelle passa sempre e comunque per la nostra tavola ed è bene che, quando ci si siede a tavola, questo non si dimentichi mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *