dieta pressione bassa

Qual è la dieta giusta per chi soffre di pressione bassa?

Normalmente la pressione di una persona, anche se differisce da individuo a individuo, si ritiene normale con dei parametri compresi tra 120/70mmHg e 140/90mmHg.

Si parla di pressione bassa quando, la pressione massima, cioè la pressione arteriosa sistolica, è minore di 90 mmHg.

Ovviamente se si abbassa la massima, di conseguenza si abbasserà anche la minima. Generalmente però se si registra una minima minore di 60 mmHg si deve ad altri fattori, come ad esempio la rigidità delle arterie, l’insufficienza della valvola o altre patologie.

Solitamente la pressione bassa, chiamata anche ipotensione, è una condizione benigna che però ci può creare dei sintomi davvero fastidiosi.

Sintomi
I sintomi più comuni della pressione bassa sono vertigini, capogiri, nausea, vomito, visione offuscata, problemi di concentrazione, senso di instabilità, palpitazioni, sudorazione fredda, pallore è il più grave è lo svenimento.

Consigli utili
Come sempre un’alimentazione sana ed equilibrata è un ottimo modo per cercare di prevenire gli episodi di bassa pressione, o comunque cercare di controllarla.

Oltre a un alimentazione sana è molto importante l’idratazione, sopratutto nei caldi e afosi giorni estivi, nei quali tutti soffriamo un po’ di cali di pressione.

Molti cibi, infatti,possono influenzare la pressione del sangue, perciò prestare un po’ di attenzione a ciò che mangiamo ci può essere d’aiuto.

In fondo anche se l’ipotensione è una condizione benigna non significa che i sintomi che provoca non siano fastidiosi o che non possano creare qualche conseguenza, anche se non grave.

In realtà si dice che chi ha la pressione bassa abbiamo meno rischi di incorrere in malattie cardiache.
Ma cerchiamo di vedere più nel dettaglio quali alimenti ci possono aiutare e quali sarebbe meglio evitare quando si soffre di pressione bassa.

Alimenti utili e sconsigliati

Sale
Uno dei primi consigli per chi soffre di pressione bassa è quello di introdurre più sale nella propria dieta, cosa sconsigliatissima per ci soffre di pressione alta.
Il sale infatti contiene il sodio che è responsabile della ritenzione idrica, ritenendo i liquidi rende il sangue più denso.

Al contrario lo zucchero, che è il classico rimedio a cui si ricorre, non sempre è molto utile. Lo zucchero è utile in caso ci sia un calo di zuccheri, cioè quando si è in presenza di ipoglicemia, ma questa non sempre corrisponde alle ipotensione.

Quindi la credenza comune che la pressione bassa corrisponda con un calo di zuccheri a cui si può facilmente rimediare con un po’ di zucchero o il classico bicchiere di acqua e zucchero, è falsa.

La liquirizia
La liquirizia, o meglio la radice di liquirizia naturale, contiene una molecola, chiamata glicirizzina, che simula l’azione dell’ormone aldosterone e va ad innalzare la pressione sanguigna.

Ovviamente le caramelle alla liquirizia, quelle gommose o zuccherate, non avranno lo stesso effetto. L’effetto si ottiene con la liquirizia pura, che sia la radice, o le caramelle di liquirizia pura, o quella in tavolette amare.

Alcool
Ovviamente è sconsigliato assumere bevande alcooliche. L’alcool etilico ha un’azione vasodilatatrice che influisce sull’abbassamento della pressione sanguigna.

Caffè
Influisce sulla funzione cardiaca, favorendone l’attività e innalzando cosi la pressione arteriosa. Inoltre aumentando l’ampiezza e la frequenza dei respiri favorisce una miglior ossigenazione del sangue.

Thè verde
Come è noto il thè verde è ricco di antiossidanti e altre sostanze che hanno la proprietà che fungono da regolatori della pressione e regolatori dei livelli di zuccheri nel sangue.

Il cacao o Cioccolato fondente
Il cacao contiene un particolare flavonoide, chiamato epicatechina, che mantiene flessibili le pareti arteriose evitando cosi un’eventuale occlusione.

Pappa reale
Ha un’azione di rinforzo del muscolo cardiaco e di dilatazione dei vasi coronarici, queste due azioni riescono a riequilibrare la pressione arteriosa.

Banana e Patata
Raccomandate per il loro alto contenuto di potassio che equilibra e regola l’apparato circolatorio.

Barbabietola
È consigliata più che altro per il suo ricco contenuto di zuccheri, vitamine e sali minerali, che aiutano a equilibrare il contenuto degli zuccheri presenti nel sangue. Grazie alle sue proprietà nutritive ed energetiche aiuta a superare la fatica mentale e fisica che si riscontra con la bassa pressione.

Frutta secca e legumi
Sono un’importante fonte di magnesio e acido folico, che per chi soffre di pressione bassa sono essenziali nella dieta.

Cereali
Sono un’ottima colazione per chi soffre di pressione bassa. I cereali sopratutto quelli integrali, danno energia all’organismo fin dal mattino, ma sono anche un rilascio energetico più lento, consentendoci cosi di avere a disposizione una scorta di energie per tutta la giornata.

Ribes nero e frutti rossi
Consigliati perché aiutano a ridare energia nei momenti di stanchezza causati dalla bassa pressione.

Miele
Da consigliare sopratutto quello biologico e naturale, non quello in commercio. E’ ricco di proprietà benefiche e aiuta a prevenire cali di pressione.

Proteine
Molto raccomandato un’adeguata assunzione di proteine. Sono però da preferire quelle povere di grassi, quindi scegliere preferibilmente carni magre o proteine vegetali.

Vitamine
Essenziali in qualsiasi dieta, sono ancora più essenziali per chi soffre di patologie come la pressione bassa.
Consigliato aumenta l’assunzione in particolare della vitamina A, vitamina B e vitamine C. Queste tre vitamine aiutano la circolazione sanguigna e regolano la pressione del sangue.

Rimedi erboristici
Ci sono molte piante in ambito erboristico che ci possono venire in aiuto, ad esempio il rosmarino, lo zenzero, il ginseng, il guaranà e altre piante cosiddette adattogene. Utili anche l’eleuterococco, soprattutto per le donne in fase mestruale.

L’eleuterococco è una sorta di ginseng siberiano, usato appunto dalle donne in fase mestruale, sopratutto con ciclo abbondante si consiglia l’assunzione di 50 gocce al giorno fino a tre volte al giorno. Meglio comunque farsi consigliare sia da un medico che da un bravo erborista.

Molto utile anche l’Equiseto arvense, consigliato sopratutto per la stanchezza dovuto alla pressione bassa, ma anche quando questa è causa di perdita di capelli e dolori ossei.

Consigli generali sull’alimentazione

In generale si consiglia un’alimentazione sana ricca di sali minerali, magnesio e potassio in particolare.
Si consiglia di consumare pasti leggeri e non troppo sostanziosi.

Preferire quindi pasti più frequenti e meno abbondanti, poiché la digestione richiede una concentrazione del sangue sull’apparato digerente, quindi un pasto abbondante potrebbe indurre ad un calo di pressione. Molti infatti soffrono di frequenti cali di pressione quando consumano un pasto più abbondante.

Prediligete quindi alimenti ricchi di magnesio, potassio e sali minerali, e anche ricchi di ferro, come ad esempio: albicocche, zucche, zucchine, patate, spinaci, banane, uva secca, mandorle, cacao e fagioli bianchi.

Consigliati anche alimenti ricchi di vitamine A, B, e C, ad esempio: carote, prezzemolo, rucola, fegato, latte e latticini derivati, carne magra, uova, verdure a foglia verde, cereali, frutta secca, legumi, cavoletti di Bruxelles, fragole, clementine, limone, arance e altri agrumi, kiwi ecc.

Molto importante associare ad una giusta e sana alimentazione e una buona idratazione anche costante esercizio fisico.
L’esercizio fisico aiuterà la circolazione sanguigna e stabilizzerà i livelli della pressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *