vantaggi dieta del riso

Cos’è la dieta del riso, cosa mangiare e funziona davvero?

Con la primavera alle porte, gli abiti più leggeri, i chiletti in eccesso iniziano a farsi notare e, soprattutto, a farci sentire a “disagio” col nostro corpo.
È questa “nuova consapevolezza” che porta alla sfrenata ricerca di diete, una ricerca, solo apparentemente facile ma, in verità non lo è affatto. Un’eventuale dieta sbagliata non solo porterebbe ad una grande perdita di tempo ma, cosa ancora più spiacevole, farebbe perdere quell’entusiasmo e quella voglia di mettersi in gioco che aveva portato ad intraprendere il percorso dimagrante.

Le opzioni sono tante… non resta che valutare Pro e Contro e capire quale sia quella “giusta”.
Ad esempio, tra le varie diete proposte, vi sono le diete “ultra veloci”. Queste si prestano bene, soprattutto, per chi ha la necessita di perdere non tantissimi Kg, di rimodellare, sgonfiare l’addome( puntando così, alla tanto ambita,”pancia piatta”!) depurare l’organismo dai liquidi in eccesso. Tra le tante, spicca “la dieta del riso“.

LA DIETA DEL RISO COME FUNZIONA?

La dieta del riso, molto in voga in questo periodo, si presenta come una dieta veloce, efficace. Si garantiscono risultati visibili, già dopo pochi giorni.
dimagrire con dieta risoLa dieta si divide in due fasi: una prima fase, di soli tre giorni, dove si punta alla depurazione e disintossicazione del corpo.

Questa prima fase “depurativa” è sicuramente quella più dura, stancante e poco gustosa; colazione/pranzo/cena/ sono gli stessi per tutti i tre giorni!

A colazione: crema di riso dolce; a pranzo: 80 gr di riso-ancora meglio se integrale- condito con un filino d’ olio extra vergine d’oliva e un frutto.

Cena: minestra di riso e verdure lessate.
L’apporto calorico è piuttosto basso(800 Cal).

Dopo questi primi tre giorni, inizia la seconda fase, quella “dimagrante” , di 9 giorni.
In questa fase vi è un piano alimentare più vario, vengono introdotti nuovi alimenti quale pesce, carne bianca, pollo, formaggio magro, quinoa, legumi. L’apporto calorico sale a 1200 Cal; i pasti sono cinque: colazione/pranzo/cena e poi altri due spuntini.

In coerenza con quelle che sono le linee Guida, anche in questa dieta sono assolutamente da evitare alcool, dolci, zucchero( concesso solo 1 cucchiaino a colazione), Oli vegetali(concesso solo un filino d’olio evo solo pasti principali) bevande zuccherate e salsine varie.
Si consiglia di bere, almeno, 2 litri d’acqua al giorno(molto importante, per evitare scompensi, considerata la “particolarità” del regime alimentare cui ci si sottopone!)

PROPRIETÀ NUTRITIVE DEL RISO E BENEFICI

Tradizionalmente usato in Oriente, il riso ormai non può mancare nelle nostre dispense, spesso sostituito alla pasta, questo cereale si presenta-per le sue proprietà-come un ottimo alleato nelle diete detox,soprattutto quello integrale,ricco di fibre. Ma, ottimi sono i risi basmati(la qualità con meno grassi!) e anche, il riso nero, ricco di proteine(ne ha il doppio rispetto a quello bianco), ottimo per chi soffre di pressione alta o per il colesterolo alto.
Il riso, ha un eleveto potere saziante, ha poche calorie,basti pensare che 100gr di riso( che non sono, affatto, pochi!!!)hanno un apporto calorico di 330 cal. ; ha inoltre, tanto potassio e poco sodio, stimolando così la diuresi.

BENEFICI E CONTROINDICAZIONI DELLA DIETA DEL RISO. FUNZIONA VERAMENTE?

Alla domanda se effettivamente questa dieta funzioni o meno, la risposta non può che essere affermativa. Ebbene sì, funziona. Alla domanda se è salutare, la risposta è .. No! Come un po’ tutte le dieta ipocaloriche e ipoproteiche così alla moda, negli ultimi anni, funzionano. Fin da subito danno i risultati tanto auspicati.Si, ma quale prezzo??

Si tratta di diete che alla lunga possono portare ad un’alterazione del metabolismo, a seri scompensi di salute.
Ecco, perché quando si ha intenzione di perdere peso l’ideale sarebbe affiancare a un sano regime alimentare(che tenga conto, effettivamente, dell’esigenze del nostro corpo) lo svolgimento costante d’attività fisica e, attendere che i risultati arrivino dopo il dovuto tempo.

Se perdo 8 kg in 10 giorni, non posso pretendere che la perdita riguardi l’effettiva adiposità. Diverso, è se questa perdita di peso è frutto di una sano regime alimentare, protratto nel tempo, dove probabilmente, avrò perso solo massa grassa. È bene far capire, quando si parla di dieta, che la bilancia non è tutto. Sono decisamente più importanti i “centimetri”. La bilancia può ingannare, poiché, il peso(entrando in giochi vari fattori) è solo indicativo dell’effettivo dimagrimento.

Generalmente, quello che si perde subito con diete veloci, sono l’acqua e la massa muscolare, non la massa grassa.
La dieta del riso, dicevamo, ha la peculiarità di far ottenere risultati visibili fin da subito… perdita di peso, consistente perdita dei liquidi in eccesso, sgonfiamento dell’addome. Quindi, direi, che potrebbe andare bene in tutti quei casi in cui è imminente un evento importante( una laurea ad esempio o, un matrimonio), sicuramente non è una dieta da poter fare nel lungo periodo, proprio perché “non equilibrata“.

Ovviamente, dopo aver perso dei kg, il corpo, cercherà in tutti i modi di recuperarli, ecco perché non bisogna rilassarsi-in quanto, ormai, si è persi i kg che si dovevano perdere- ma difendere il risultato che, comunque, con tanta fatica si è portato a casa. Quindi, va bene concedersi ogni tanto uno “sgarro”, magari il sabato sera, piuttosto che la domenica ma, in linea generale bisognerà mantenere un’alimentazione “pulita” e affiancare un po’ di attività fisica, evitando così uno stile di vita sedentario che non porta nulla di buono,né dal punto di vista estetico, tantomeno per la salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *