errori dieta

Dieta per donne: i 5 errori da evitare

Primo errore: Bere poco, sorseggiando delle bibite zuccherate

Spesso le donne si mettono a dieta per cercare di perdere peso. Nonostante questo, commettono degli errori, che non consentono di dimagrire in maniera efficace.

Ci sono infatti delle cattive abitudini alimentari, che magari vengono acquisite in maniera non consapevole e che rappresentano un ostacolo nella perdita dei chili in eccesso.

Uno degli errori che vengono commessi, che rendono quasi inefficace la dieta, è quello innanzitutto di bere poco e di utilizzare, per dissetarsi, delle bevande dolcificate.

Quando si è a dieta invece bisogna bere tanta acqua, perché ciò accelera il processo metabolico.

L’acqua infatti svolge un ruolo importante e necessario, in quanto appunto stimola determinati meccanismi, che vengono chiamati termogenesi. Questi meccanismi producono calore con dispendio energetico e questo aumento della temperatura brucia i carboidrati nelle donne, generando un dimagrimento.

Uno studio inoltre ha confermato che bere due bicchieri d’acqua prima di mangiare è consigliato per perdere peso, perché lo stomaco si sentirà pieno e si assumerà un minor quantitativo di cibo.

Diversamente allora, se si beve poco, il metabolismo subisce un rallentamento e si brucia di meno, non riuscendo a perdere chili.

Per dimagrire è necessario quindi bere molto e non utilizzare delle bevande che contengono dolcificanti. Una lattina di una bevanda zuccherata immette nel nostro organismo un quantitativo di zucchero doppio, rispetto a quello che si dovrebbe assumere in una sola giornata.

Sorseggiando queste bibite dolci, si potrebbe anche correre il rischio di ingrassare di circa nove chili all’anno. Bisogna invece limitare in maniera assoluta lo zucchero e dissetarsi usando delle bibite che contengono un quantitativo di calorie più basso. Tra le bevande consigliate ad esempio ci sono il caffè o il tè.

Secondo errore: Saltare la colazione

Un altro errore che commettono anche le donne, quando sono a dieta, è quello di saltare la colazione. Anche se non si ha molto tempo, invece, è assolutamente necessario ritagliarsi solamente dieci minuti per mangiare al mattino.

Fare colazione dunque è un’ottima abitudine che ci consente di difendere la nostra salute e di non assumere dei chili di troppo.

Se non si mangia all’inizio della giornata infatti si corre il rischio di cibarsi con degli snack a metà mattina, che ci fanno ingrassare, oppure si arriva all’ora di pranzo con una grande fame, che porta a cibarci più del dovuto e ad ostacolare il processo di dimagrimento, che abbiamo cercato di intraprendere con la dieta.

Le donne allora, nel corso della loro dieta, non devono commettere l’errore di saltare la colazione. Di prima mattina invece dovrebbero mangiare e nutrirsi soprattutto con alcuni alimenti consigliati.

Tra questi cibi necessari, ci sono i biscotti che contengono un quantitativo di calorie molto leggero, le fette biscottate e naturalmente i cereali integrali.

Questi devono essere accompagnati da uno yogurt, o da una spremuta, oppure da un frutto, in maniera tale da introdurre nell’organismo una quantità di energia tale da non avere fame prima dell’ora di pranzo.

Terzo errore: Mangiare troppa carne, dimenticando le verdure nella dieta

Un’altra cattiva abitudine a cui vanno incontro alcune donne, quando stanno seguendo una dieta, è pure quello di cibarsi con troppa carne, dimenticando di mangiare verdura. Un recente studio infatti ha dimostrato che coloro che si nutrono con la carne, nell’arco di circa cinque anni, ingrassano di più di chi ne assume di meno.

La carne immette nel nostro organismo proteine e ferro e, mangiandola in abbondanza, si corre il rischio di non dimagrire, ma diversamente di acquisire più chili.

L’altro sbaglio da evitare è perciò quello di utilizzare troppa carne nella dieta, dimenticando di assumere le verdure. A proposito di ciò, quindi, nel momento in cui si sta cercando di perdere peso, è consigliabile usare i cibi vegetali.

La verdura infatti permette di saziare il nostro stomaco e a tavola non si mangerà molto, consentendo di perdere peso.

In aggiunta, i cibi vegetali hanno un altro vantaggio, che è quello di contenere delle fibre. Queste ultime permettono all’intestino di funzionare in maniera corretta e di evitare l’accumulo di scorie, che verranno eliminate dal nostro corpo con regolarità.

Le donne, per una dieta corretta, allora, devono seguire un’alimentazione basata sull’apporto di verdure, che preveda anche che si mangino solamente due porzioni di carne in sette giorni.

A parità di peso, la verdura dunque introduce nell’organismo meno calorie.

È necessario infine orientarsi verso piatti in cui la carne è cucinata con altri ingredienti, come il riso, le verdure e i legumi.

Quarto errore: Mangiare di continuo

Un altro sbaglio, che si commette, quando si sta seguendo un regime alimentare di dieta, è quello di mangiucchiare di continuo.

È sbagliato allora assaggiare quello che si sta cucinando, consumare, nel pomeriggio, un pacco di biscotti che non è ancora finito, oppure mangiare ad esempio un pezzetto di formaggio, nell’attesa di cenare.

Cibandosi in maniera continuativa, si corre il rischio di alimentarsi più del necessario. In questo modo si acquisiscono chili e non si dimagrisce.

Per evitare di cadere nell’errore di mangiare di continuo, bisognerebbe avere con sè un diario personale, e annotarci sopra tutto quello che si consuma nel corso della giornata. In questa maniera, ci si può accorgere facilmente se si è esagerato o meno con il cibo.

Quinto errore: Non leggere le etichette

Le donne, quando stanno a dieta, non commettono solamente l’errore di mangiare di continuo, di saltare la colazione, di preferire all’acqua le bevande dolcificate, e di cibarsi con la carne, invece che con le verdure.
Un altro sbaglio che commettono è quello di non leggere mai le etichette presenti sulla confezione degli alimenti.

Leggere le etichette invece è molto importante, in quanto consente di vedere gli ingredienti presenti nei cibi e le informazioni nutrizionali di questi ultimi.

In questo modo si può vedere se un alimento è consigliato in una determinata dieta. Abituarsi a leggere le etichette è utile quindi per dimagrire e per perdere peso.

A proposito di ciò, uno studio del Journal of Consumer Affairs ha stabilito infatti che chi legge le etichette nutrizionali acquisisce meno chili di chi non segue questa abitudine.

Non basta poi guardare le etichette in maniera superficiale, ma bisogna focalizzarsi sugli ingredienti che vanno evitati, che sono ad esempio i grassi non salutari, il sodio e le calorie.

Se si vuole acquistare del pane integrale, ad esempio, è necessario controllare che tra gli ingredienti di quel prodotto la maggior parte della farina sia integrale.

Se si segue allora un regime alimentare di dieta, bisogna stare quindi attenti a mangiare nella maniera corretta e a leggere attentamente le etichette, per vedere adeguatamente l’apporto nutrizionale degli ingredienti presenti nei vari cibi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *