effetti dieta lampo

Dieta lampo per dimagrire per l’estate

Con l’arrivo dell’estate oramai imminente e con la conseguente prova costume oramai da affrontare, sono in molti coloro che vogliono smaltire qualche chilo superfluo in eccesso e per di più in tempi ultra rapidi. Se pertanto non hai molto tempo a disposizione, la dieta lampo può essere per te la soluzione efficace per dimagrire in pochi giorni.

La dieta lampo è una dieta d’urto: scopri perché

Premessa: trattasi di una dieta d’urto, quindi chiaramente sbilanciata, che permette di perdere dai 3 ai 5 chili in un arco di tempo pari a tre giorni (periodo massimo per cui vale la pena seguirla). Affinché non ti rovini la salute, è sempre opportuno chiedere al tuo dietologo di fiducia se sei nelle condizioni di seguirla.

A prescindere dalla risposta, tieni conto che una dieta come quella lampo, non può e non deve essere considerata come un modello alimentare da seguire con una certa regolarità, ma solo ed in via esclusiva una tantum.

Ciò vuol dire appunto che non devi in alcun modo attuarla come stile di vita, perché l’organismo si abituerebbe al cosiddetto “effetto yo-yo”, vale a dire alla frequente oscillazione di peso che, per forza di cose, finirebbe inevitabilmente per essere deleteria per la salute.

In primo luogo, il metabolismo con il passare degli anni tende a rallentare e dimagrire in maniera sana ed equilibrata diventa a lungo andare sempre più difficile.

In secondo luogo, dato che la dieta lampo per l’estate è di tipo veloce, non è per tutti. C’è il rischio di esporre il proprio organismo a carenze nutrizionali e non è detto che lo scopo sia raggiunto. Quindi, solo se il dietologo ti prescrive la dieta lampo per l’estate in via eccezionale, ecco come seguirla per tre giorni.

Il segreto per perdere peso in estate? La frutta

cos'è dieta lampoPremettendo che di diete lampo per dimagrire in estate ce ne sono a iosa, una di quelle più apprezzate verte sull’elevato consumo di frutta.

Vi sono pro e contro. I pro è che la frutta è naturale, genuina, contiene molte vitamine e fa bene alla salute.

Ma trattandosi di una dieta ipocalorica, mangiarla prevalentemente da sola comporta un rilascio piuttosto repentino di insulina che anche in un arco di tempo ridotto pari a 3 giorni, può non assicurare il giusto apporto saziante (dipende dal soggetto) per via della bassa presenza di fibre e di proteine e della pressoché totale assenza di grassi.

Ti anticipiamo non a caso che pane e pasta mancano totalmente in questa dieta di tre giorni.

Dieta lampo per l’estate: menù dei tre giorni

Giorno 1

A colazione bevi solo un caffè senza zucchero. A pranzo, un merluzzo fresco con contorno a base di insalata. Le carni bianche del merluzzo, contraddistinte da delicatezza del sapore e dal colore bianco, sono ricche di vitamine (vitamina B e niacina), di proteine ad elevato valore biologico, acidi grassi omega 3 di natura polinsatura (DHA ed EPA) e di minerali (potassio, ferro, iodio e fosfato). Motivo per cui, questa specie di pesce ha un tenore energetico decisamente contenuto. Le proteine, ricche di aminoacidi essenziali, provengono principalmente dai peptidi e da un quantitativo minimo di trigliceridi.

Come spuntino, bevi una tisana drenante. Non c’è miglior prodotto erboristico che funga da coadiuvante in una dieta di tipo ipocalorico, come quella lampo. A cena, un’anguria, frutto rinfrescante e dissetante, ricco di vitamine antiossidanti (A e C), sali minerali (magnesio, fosforo, potassio) ed in grado di garantire un ottimo apporto idrico.

L’insalata, poi, è fresca (assicura ottima idratazione) e leggera, ma anche al tempo stesso gustosa. Evita però il sale e, se proprio non riesci a rinunciare, opta per il succo di limone, per l’aceto di mele o per l’olio d’oliva. Tieni però presente che quest’ultimo va messo sempre alla fine e mai all’inizio, onde evitare che rilasci un sapore predominante che finirebbe per modificarne il sapore. La migliore è la lattuga, dato che contiene molta acqua e fibre.

Giorno 2

A colazione bevi un thè amaro accompagnato da fette biscottate, meglio se integrali, in quanto ricche di fibre (che un po’ mancano in questa dieta lampo per l’estate). A pranzo, un petto di pollo, preferibilmente bollito o al vapore, con contorno di spinaci. Il petto di pollo è tra gli alimenti più altamente proteici, oltre che privo di carboidrati e di grassi. Gli spinaci sono un’ottima fonte di ferro e le foglie, caratterizzata dal colore verde scuro, sono ricche di vitamina C, di antiossidanti, di potassio, di betacarotene, a sua volta ricco di vitamina A, e di folati. In più, sono tra gli alimenti con maggiore concentrazione di acqua.

Come spuntino, prepara un centrifugato di verdura, davvero salutare per ridurre i chili di troppo. Sedano, carote, asparagi contengono tutti i nutrienti necessari. Per cui, un centrifugato preparato con queste verdure sarà in grado di rimpiazzare un pasto tradizionale. Infine, per cena, ancora una volta frutta, ma con la variante della macedonia.

Tra le migliori opzioni vi è la macedonia di fragole e di banane, anche perché semplicissima da preparare ed utile a sgonfiare tutti quei punti critici presenti in alcune aree, come caviglie, cosce e addome. In alternativa, una macedonia con nespole, ciliegie, pesche ed albicocche può andare comunque più che bene per raggiungere il tuo scopo primario: perdere peso e stare in forma.

Giorno 3

L’ultimo giorno della dieta lampo, per perdere peso in estate, si apre con un caffè d’orzo e un paio di biscotti a colazione. Per pranzo, tonno con contorno di insalata di pomodori. Caratterizzate dal giusto apporto saziante, le carni del tonno sono ricche di acidi grassi Omega 3, come DHA ed EPA, principalmente presenti nella ventresca, la parte di sicuro più pregiata. Come spuntino, delle gallette di riso vanno più che bene per via della loro leggerezza. Infine, a cena, questa dieta d’urto di conclude con un centrifugato di frutta, meglio se con succo di agrumi, in quanto contiene molta acqua e poche calorie, fondamentali per “asciugare” nelle tempistiche più rapide possibili la tua silhouette. Inoltre, in piena estate, i centrifugati di frutta aiutano a contrastare al meglio la ritenzione idrica, oltre che a stimolare la diuresi, a prevenire i gonfiori e a tenere la pelle giovane come meglio non si può. Unica regola? Zero zucchero, ovviamente!

Conclusioni

La dieta lampo per l’estate risulta ancor più efficace per chi è in forte sovrappeso. Il motivo? I chili in eccesso da smaltire sono molti. Di converso, chi non ha troppi chili superflui, non può aspettarsi di apparire magicamente più leggero sulla bilancia.
Per perdere qualche chilo in più, del sano esercizio fisico, preferibilmente nelle prime ore del mattino, da affiancare a questa dieta che, come abbiamo visto, dura appena tre giorni, può rivelarsi scelta saggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *