proprietà curcuma

Il potere della curcuma: tutti gli usi ed i vantaggi

Nota anche come zafferano delle indie, la curcuma è una radice che proviene dalle zone meridionali dell’Asia, india ed Indonesia. Si tratta di un ingrediente prezioso, largamente utilizzato sia in cucina che nella medicina ayurvedica, poiché la curcuma è nota per le sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e digestive.

La radice contiene principalmente curcumina, fruttosio, vitamina C e altre proteine, perciò è utile come depurativo generale, per combattere l’artrite, la dissenteria o i disturbi epatici.

Utilizzata nell’ambito della medicina naturale ormai da 5000 anni in India, negli ultimi tempi, la curcuma ha fatto il suo ingresso nella zona occidentale, sia come ingrediente in cucina che come prodotto di bellezza.

Come utilizzare la curcuma in cucina

La curcuma è una spezia dal forte sapore mediorientale che riesce ad insaporire facilmente qualsiasi pasto. Tuttavia, esistono dei modi tradizionali per utilizzarla, che, senza dubbio, non vi lasceranno delusi.

Innanzitutto, la radice è reperibile in polvere in quasi tutti i supermercati, ma è possibile anche acquistarla fresca dai fruttivendoli, i negozi specializzati, oppure online, ricevendola comodamente a casa propria. Essa può essere, dunque, spolverizzata sulla pasta appena condita, oppure su un piatto di carne.

La curcuma, inoltre, può essere aggiunta ad una buona tazza di tè, per riuscire ad esaltarne il sapore, assumendo tutte le sue proprietà benefiche. O ancora, la spezia orientale si sposa benissimo con i legumi, come le lenticchie, i ceci oppure i fagioli: il risultato sarà un piatto saporito e molto nutriente.

Una raccomandazione: non assumete più di due cucchiaini di curcuma al giorno, poiché le proprietà depurative e antinfiammatorie della spezia, se assunte in maniera eccessiva, possono portare al risultato contrario, causando bruciore di stomaco e acidità, insieme ad altri disturbi.

Perché utilizzare la curcuma nella propria cucina: elemento antiossidante, antinfiammatorio, che rinforza le difese immunitarie

La spezia mediorientale è diventata particolarmente famosa in occidente quando gli studiosi hanno notato la bassa percentuale di tumori che era presente in India, dove la curcuma è particolarmente utilizzata.

Ciò è dovuto alle sue potenti proprietà antinfiammatorie che derivano dalla presenza elevata della curcumina: essa è, inoltre, un potente antiossidante capace di bloccare e far regredire le cellule tumorali.

In particolare, questo processo è molto efficace contro il tumore al colon o quello al seno. Come se non bastasse, la curcuma è un ottimo alleato per chi volesse rinforzare il proprio sistema immunitario e proteggersi contro i malanni stagionali: le proteine e la notevole quantità di vitamina C presente al suo interno, la rendono veramente un ingrediente prezioso, specialmente nella stagione invernale.

In questo caso, per combattere l’influenza, una bella tazza di tè con un cucchiaino di curcuma può essere un aiuto notevole. In più, la spezia può essere ingerita anche sciolta all’interno di un bicchiere di acqua calda, a patto che non si superino le dosi giornaliere consigliate.

Come se non bastasse, la curcuma è un ingrediente essenziale per tutti coloro che soffrono di artrite o di infiammazioni muscolari: le sue proprietà antinfiammatorie allieveranno notevolmente il dolore e arrecheranno numerosi benefici. Un’altra proprietà della curcuma è sicuramente quella di essere un valido agente depurativo e disintossicante: la spezia agisce particolarmente sull’apparato digerente e specialmente sul fegato.

Ciò la rende utilissima per chi fa un uso eccessivo di alcool o farmaci: in questo modo riuscirà a liberarsi di tutte le tossine che si sono depositate all’interno del suo corpo. Infine, la curcuma aiuta anche coloro che soffrono di metabolismo lento, stimolando la digestione ed eliminando la pesantezza intestinale.

La curcuma: un ingrediente chiave per prendersi cura della propria bellezza

La spezia mediorientale viene utilizzata da secoli, in India e nelle zone dell’Asia meridionale, anche sulla pelle, per poter curare scottature, punture d’insetti oppure perfino per le ferite o gli arrossamenti. Infatti, alcuni studi hanno dimostrato quanto la curcumina possedesse delle proprietà cicatrizzanti, utilissime per l’epidermide.

In più, la curcuma viene utilizzata spesso anche per curare le pelli acneiche o grasse, poiché riesce ad eliminare le impurità e ridona luminosità alla pelle. È possibile utilizzare la spezia per realizzare numerosi trattamenti di bellezza fai da te, come maschere per il viso oppure veri e propri sieri antiossidanti, ma bisogna sempre tenere a mente il fatto che la curcuma rilascia il suo colore giallo-oro.

Per questo motivo diventa essenziale non esagerare mai con le dosi, soprattutto quando si tratta di prodotti da applicare direttamente sulla pelle e tenere il composto in posa per non più di cinque o dieci minuti.
È possibile tenerlo anche solo per pochi minuti se la vostra pelle assorbe molto velocemente il colore del composto, altrimenti dovrete successivamente lavarvi con sapone neutro e bicarbonato per riportare l’epidermide al suo colore originale.

Per andare sul sicuro ed ottenere una pelle sempre giovane e sana è possibile aggiungere un pizzico di curcuma alla propria crema viso o corpo: in questo modo la vostra pelle risulterà sempre giovane, idratata e piena di vitalità.

Curcuma e capelli: potente antiforfora per la cute e trattamento rinforzante per le lunghezze

In India, la curcuma è una spezia che viene utilizzata davvero in mille modi diversi, tanto che, le donne indiane la scelgono anche per realizzare trattamenti di bellezza con l’obiettivo di dare lucentezza alle loro chiome.

Infatti, la curcumina è in grado di ammorbidire e disciplinare le lunghezze, se applicata come impacco pre-shampoo insieme ad un olio come quello di mandorle dolci, di cocco, di jojoba o perfino d’oliva.

Per realizzare questa ricetta vi basterà mescolare un cucchiaino e mezzo di curcuma a 250 ml di olio, dopodiché applicate il composto sulle lunghezze almeno una volta alla settimana con costanza.

Lasciate in posa l’impacco per massimo dieci minuti, altrimenti vi tingerà i capelli: il risultato saranno dei capelli lucidi, nutriti, morbidi e forti.

Lo stesso trattamento, inoltre, può essere utilizzato direttamente sulla cute, usando le stesse accortezze menzionate in precedenza: in questo modo, otterrete un effetto anti forfora e, in caso di cute grassa, sarete in grado di eliminare le impurità o il sebo in eccesso.

La curcuma, infine, ha effetti riflessanti e schiarenti: basterà applicare lo stesso impacco e lasciarlo agire per circa due o tre ore. Il risultato sarà immediato ed, inoltre, i capelli saranno forti e sani ed eviterete di danneggiarli con trattamenti schiarenti attraverso prodotti chimici, che inoltre, irritano la cute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *