dieta un solo rene

La dieta adatta a chi ha un solo rene

I reni sono organi molto importanti per il nostro organismo, perché consentono di filtrare ed espellere le tossine attraverso le urine, mantenendo il fisico in salute. Ci sono persone che, dalla nascita o per motivi vari, sono costrette a dover rinunciare alla funzionalità di uno dei due reni.

Alcune persone, infatti, soffrono di una condizione mono-rene congenita, quindi nascono e vivono con un solo rene, ma ci sono anche persone che, per una neoplasia localizzata, per un trauma o per la donazione a un familiare, rimangono solo con uno dei due reni.

Vivere con un solo rene non è semplice, ma neanche impossibile, e la qualità della vita può essere comunque molto buona, senza necessariamente imporsi inutili privazioni. Serve, però, un po’ di buon senso per preservare la funzionalità del rene restante.

I maggiori accorgimenti devono essere presi nell’alimentazione e nello stile di vita in generale.

Evitare vizi e fare movimento fisico

Una delle buone regole da rispettare se si ha un solo rene è sicuramente quella di non fumare. Il fumo, infatti, tende ad aumentare la pressione sanguigna, e l’ipertensione è negativa per i reni, e ostacola la circolazione del sangue e quindi il regolare funzionamento dell’organo.

Inoltre le sostanze nocive del tabacco vengono espulse tramite l’urina, passando perciò dal rene con il rischio di provocare il cancro. Stessa cosa vale per l’alcool, il cui consumo non è completamente proibito, ma non si deve eccedere nel bere bevande alcoliche.

È buona regola, invece, fare movimento fisico, anche se moderatamente e regolarmente, per esempio facendo lunghe passeggiate, ginnastica dolce, aerobica o qualsiasi altro tipo di attività motoria che consenta di tenere sotto controllo la pressione arteriosa.

Meglio evitare, ovviamente, sport come judo, karaté e rugby, dove è frequente il contatto fisico anche in modo violento.

È sconsigliata, per sostenere l’attività fisica, l’assunzione di aminoacidi e integratori proteici, mentre possono essere consumati, anche se in misura moderata, gli integratori di vitamine e sali minerali. Meglio comunque assumere questi elementi attraverso una giusta alimentazione.

Dieta sana e controllo del peso

Tutti noi abbiamo bisogno di un’alimentazione sana e adeguata, equilibrata e senza eccessi, in modo da tenere sotto controllo il peso e avere ogni giorno un giusto apporto calorico. Questa necessità vale ancora di più per le persone che vivono, per un motivo o per l’altro, con un solo rene.

dieta vegetale mono reneNon si tratta di fare delle rinunce, quanto piuttosto di calibrare la propria dieta quotidiana in modo salutare. La dieta mediterranea, ricca di cibi vegetali, è l’ideale in questo caso perché riduce l’acidità delle urine e di conseguenza il lavoro di filtraggio del rene.

È consigliato mangiare in abbondanza frutta e verdura fresca e di stagione, dalle quali ricevere il giusto apporto calorico e tante vitamine antiossidanti. Si possono consumare ad ogni pasto cereali, anche integrali, come pasta, riso, farina di mais, pane e biscotti, ed è meglio scegliere, per i condimenti della pasta, sughi semplici a base di verdure.

Buone notizie, inoltre, per gli amanti della pizza. Per anni, infatti, questo alimento è stato bandito dalle tavole delle persone che soffrono di reni, ma oggi numerosi studi hanno dimostrato che sostuire un pasto con una pizza margherita non ha nessuna controindicazione.

Sì a legumi e pesce
I legumi sono un’ottima fonte di proteine vegetali, che possono essere cucinati e consumati anche come piatti unici. Ceci, fagioli, fave, lenticchie, lupini, piselli e soia dovrebbero essere presenti sulle tavole delle persone con un solo rene almeno 2 volte a settimana.

Le minestre di legumi, ad esempio, sono un ottimo piatto unico ricco di ferro, calcio e vitamine. Sarebbe buona regola, invece, ridurre il consumo di proteine animali, come carne (rossa e bianca), affettati, uova, formaggi e latticini.

È consigliato, invece, mangiare pesce almeno 2-3 volte alla settimana, magari optando per la cottura a vapore e preferendo per i condimenti l’olio extravergine d’oliva.

Meno sale e più spezie
Le persone che vivono con un solo rene dovrebbero tenere sotto controllo il livello di sodio presente nell’organismo.

È quindi necessario ridurre il sale nelle pietanze ed evitare il consumo di cibi pronti o precotti, che abbondano nei quantitativi di sale. Per i condimenti si possono utilizzare il limone, il pepe e le erbe aromatiche.

Il sale è nocivo anche per l’ipertensione. Da evitare anche i dadi per brodo, i salumi in genere e gli alimenti in salamoia, come capperi, olive, carni e pesci in scatola.

Questi cibi possono alzare i livelli di colesterolo, i trigliceridi e la glicemia, elementi che, chi vive con un solo rene deve assolutamente tenere sotto controllo.

Bere molto per depurarsi
L’acqua è la principale alleata per depurare il proprio organismo. L’assunzione di acqua, infatti, consente di eliminare le tossine prodotte dal metabolismo e per far funzionare bene i reni sarebbe necessario bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Si possono bere, in alternativa, anche tisane e té, preparati in casa e possibilmente non zuccherati. Anche lo zucchero, infatti, come il sale, è un nemico della funzionalità renale.

Evitare farmaci non indispensabili
L’assunzione di farmaci, se non strettamente necessario, deve essere evitato o almeno limitato da chiunque, e in particolare dalle persone che hanno un solo rene.

Come detto, i reni hanno la funzione di filtraggio di tutto quello che viene assunto dall’organismo, quindi assumere farmaci significa aumentare il lavoro del rene superstite.

Tra i farmaci che possono causare danni a quest’organo ci sono gli analgesici, che oggi vengono assunti con troppa facilità per porre rimedio ai dolori alla testa, alle ossa o alle articolazioni.

In presenza di questi sintomi è quindi consigliabile rivolgersi al medico, facendo presente di avere un solo rene, oppure preferire rimedi naturali e omeopatici.

Riepilogando, per le persone che vivono con un solo rene è consigliata una dieta che sia normo-calorica, ipoproteica, normo o iperlipidica, a ristretto contenuto di sodio, potassio e fosforo e controllata nell’apporto idrico.

A parte tutti i consigli e le dritte che si possono trovare sui libri e sul web nei vai forum e blog, per vivere con un solo rene in modo sano e senza troppe preoccupazioni, è sempre meglio rivolgersi a specialisti del settore, come nefrologi e dietisti, che possono stilare una dieta adeguata per ogni tipo di situazione.

Non tutte le persone mono-rene, infatti, hanno le stesse necessità nutrizionali e ogni caso deve essere valutato in modo accurato per non rischiare di sforare nella malnutrizione o in altri problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *