fare dieta yogurt

La dieta dello yogurt: come funziona? Quali svantaggi?

Perdere peso o diminuire la quantità di grasso in eccesso non è facile, soprattutto se non si è supportati da una buona dieta e dall’esercizio fisico costante.
Ormai esistono tanti tipi di diete differenti appositamente studiate per risolvere determinati problemi o per specifiche funzioni. Alcune servono solo per dimagrire, altre, soprattutto quelle rivolte agli sportivi, oltre a mantenere il peso corporeo ad un livello normale, sono mirate anche ad aumentare le prestazioni fisiche.
Ma alcune attuali diete messe a punto, costringono ad un regime alimentare piuttosto serrato, dove pochi alimenti selezionati sono consumati allo scopo di perdere peso.

La dieta dello Yogurt

La dieta dello yogurt è l’ennesima dieta studiata appositamente per proporre un regime alimentare dimagrante, e che fa presa su un pubblico impreparato sull’argomento ed ignaro degli effetti nocivi che certe diete comportano.
Molte diete provenienti dagli Stati Uniti, e che cominciano a prendere piede anche nel nostro paese con grande successo di pubblico, propongono dei regimi alimentari piuttosto serrati, ma con risultati efficaci alquanto scarsi. Il più delle volte con effetti sull’organismo più dannosi che benefici.
Ma di cosa si tratta nello specifico questa dieta? E perché presenta degli effetti nocivi piuttosto gravi?

Che cos’è la dieta dello yogurt

Prima di intraprendere una qualsiasi dieta, piuttosto che farsi prendere dalla smania della moda attuale, è bene informarsi attentamente, sui benefici ma soprattutto sui rischi che queste comportano.
Innanzitutto bisogna chiarire che la dieta dello yogurt non è una vera e propria dieta, quanto piuttosto una strategia alimentare che sfrutta in maniera ottimale la composizione chimica dello yogurt, e consente il consumo di pochi altri prodotti alimentari di tipo vegetale, eliminando definitivamente qualsiasi tipo di carboidrato presente nella pasta, nel pane e negli alimenti dolci.

È una dieta, se così la si vuol chiamare, volta a migliorare più che altro l’aspetto estetico, difatti chi la suggerisce descrive un miglioramento dell’aspetto cutaneo, riduzione del gonfiore addominale, un rapido dimagrimento e un sensibile miglioramento della regolarità intestinale.
Ma di fatto questo regime alimentare porta degli squilibri non indifferenti all’organismo e di cui bisogna tener conto con la massima cura per non incorrere in problematiche più gravi.

Proprietà dello yogurt

cos'è dieta yogurtLa dieta dello yogurt è un regime alimentare che sminuisce difatti gli effetti benefici che un consumo normale ed attento di questo alimento produce.
Lo yogurt infatti è un alimento ricco e gustoso, pieno di proteine ad alto valore biologico, è un’ottima fonte di calcio e fosforo, molto importanti durante lo sviluppo osseo e per prevenire l’osteoporosi in età avanzata.

È fonte di vitamina B e vitamina A, quest’ultima importante per il mantenimento della funzione visiva e del sistema immunitario.

Anche se lo yogurt apporta dosi di colesterolo elevate, può essere prodotto anche con latte parzialmente scremato o scremato, migliorando sensibilmente il suo effetto dietetico e apportando la giusta quantità di energia.
Lo yogurt è ricco d’acqua, aspetto importante, ma spesso sottovautato, quando si tratta di regimi alimentari poco equilibrati e non supportati da cibi vegetali freschi, in quanto diminuisce il rischio di disidratazione.

Come si effettua la dieta dello yogurt

Questa dieta ha una durata media di 5 giorni, e secondo chi la consiglia dovrebbe facilitare il dimagrimento riducendo il peso corporeo fino a 3 kg nel giro di sette giorni. Come è facilmente intuibile questa dieta non è una vera e propria dieta, in quanto il regime alimentare a cui si è sottoposti non fa realmente bruciare i grassi, quanto piuttosto riduce i liquidi corporei, causa principale di gonfiori.

Questo tipo di regime alimentare richiede l’assunzione di alimenti vegetali soprattutto in forma liquida, come minestrone, brodo vegetale, e alcune volte anche pesce e insalata, supportati da almeno 300 grammi di yogurt ogni pasto (colazione, pranzo, spuntino e cena), e qualche frutto.

Ma questo tipo di alimentazione non è sufficiente per apportare la giusta quantità di sostanze al corpo, per produrre energia e per bruciare i grassi in eccesso.

Controindicazioni della dieta dello yogurt

Va da sé che questo tipo di alimentazione è piuttosto squilibrata, in quanto non apporta quantità sufficienti di carboidrati, lipidi, sali minerali, e diverse vitamine tra le quali, la vitamina K, la vitamina E e moltissime altre.

Inoltre l’apporto energetico alquanto scarso ne fa una dieta altamente sconsigliata per chi svolge attività fisica praticando qualsiasi tipo di sport.
L’assenza di ferro, acido folico e cobalamina favorisce il rischio di anemia, ed è particolarmente rischiosa per le donne in gravidanza in quanto potrebbe compromettere alcune funzioni importanti del nascituro, tra cui il sistema nervoso.

Bisogna quindi prestare la massima attenzione quando si sceglie la dieta, in quanto si potrebbe incorrere in rischi e avere delle ripercussioni piuttosto gravi sulla salute.
Una dieta equilibrata non esclude nessuna tipologia di alimenti, come carni rosse e bianche, importanti anch’esse per la produzione di proteine e lipidi, ma anzi sfrutta le proprietà di ogni cibo in maniera equilibrata.
Affidarsi ad un nutrizionista o un dietologo certificato e con un’esperienza comprovata nel settore è importante, tanto quanto evitare di intraprendere diete fai da te senza le conoscenze necessarie sugli alimenti e sulle loro proprietà intrinseche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *