zucchero dieta

Lo zucchero che ruolo deve avere nella dieta?

Lo zucchero

Lo zucchero o saccarosio è un disaccaride che influisce sia sul sistema nervoso che sul metabolismo. Questo elemento si ottiene dalla barbabietola da zucchero e dalla canna da zucchero; la prima è una pianta erbacea mentre la seconda è tipicamente tropicale.

Per queste due piante esiste un processo di estrazione differente, mentre gli altri processi come la depurazione, concentrazione, raffinazione e cristallizzazione seguono le stesso percorso.

Il ruolo dello zucchero sull’organismo

Per essere digerito bene lo zucchero ha bisogno di minerali e vitamine, che però sono stati eliminati durante il processo di raffinazione. Ecco perché il nostro organismo li preleva dai denti e dalle ossa, indebolendo conseguentemente sia la struttura scheletrica che la dentatura. Ecco da dove sorgono in parte, le problematiche legate alle ossa ed alla loro tenuta e buona salute.

Stessa cosa vale per ciò che concerne la dentatura, che spesso si indebolisce a causa del fatto che magari mediamente ingeriamo, una quantità smodata di zuccheri contenuti nei diversi cibi che mangiamo.

Oltre a questo effetto demineralizzante, lo zucchero bianco ha un potere talmente elevato, da ridurre la buona funzione dei globuli bianchi. Lo zucchero influisce anche su sistema nervoso e sul metabolismo, visto che l’assunzione di quantità massicce di zucchero, oltre ad aumentare il peso, causa depressione, stati d’irritabilità, falsa euforia e vera e propria dipendenza da zucchero, proprio come una droga.

La troppa concentrazione di zucchero nel sangue, causa l’aumento della cosidetta glicemia. Per contrastare ciò vengono fatte delle iniezioni di insulina.

Zucchero e dieta

I principali carboidrati sono l’amido e lo zucchero, che forniscono la stessa energia per grammo, ben 4 kilo calorie. L’assunzione di quantità importanti di zuccheri, può dar vita ad un probabilissimo aumento del peso corporeo; soprattutto se tale sostanza viene abbinata ad altre che favoriscono l’aumento del peso.

Ad esempio l’introduzione nel corpo di molti dolci, come ad esempio la cioccolata o altre leccornie a forte base zuccherina, provocano l’aumento del peso ed una serie di possibili disfunzioni che alla lunga creano all’organismo veri e propri problemi.

Per evitare che questo elemento possa influire in maniera decisiva sul peso corporeo, è necessario calibrare la sua assunzione, in quantità definite e elargite tramite un’apposita dieta prescritta da un nutrizionista o da un professionista del settore.

Per smaltire gli zuccheri in genere viene consigliata l’attività fisica, fatta con una certa costanza; chi invece non segue questo tipo di indicazione rischia di divenire obeso e rischiare di avere problemi di salute talvolta anche molto gravi.

Anche la salute dentale è a rischio, a causa del sorgere di carie e altre problematiche che
L’assunzione moderata di zuccheri e di alcune categorie di essi, non provoca danni ma anzi da effetti benefici.

Lo zucchero infatti alimenta non solo la muscolatura ma anche il cervello, che ha necessità di quantità interessanti e calibrate per tenerlo sempre attivo e, lontano da cambiamenti di umore verso il basso.

La nostra dieta è ricca di zuccheri

Oggi la nostra dieta è troppo ricca di zuccheri, soprattutto quelli semplici che inevitabilmente, causano sovrappeso e problemi che portano al sorgere di malattie cardiovascolari e del diabete.

Gli zuccheri vengono acquisiti a causa del nostro modo, spesso errato di alimentarci. Oggi infatti si fa un uso smodato di cereali, bibite gassate come ad esempio la cola cola ed altre ancora, merendine di ogni tipo e bevande alcoliche che contengono quantità di zucchero importanti.

Le molecole vengono assorbite dall’organismo, facendo lievitare velocemente il livello dell’insulina nel sangue e della glicemia.

Per ridurre l’effetto dello zucchero nell’organismo ci sono alcuni metodi da seguire; il primo è quello di seguire una dieta bilanciata ed equilibrata, seguendo alcuni consigli medici ben precisi.

Ovviamente ognuno di noi ha un metabolismo differente, quindi anche lo smaltimento degli zuccheri ha un processo differente. Per ridurre l’effetto devastante di questo elemento sul nostro organismo, è fondamentale svolgere un’attività fisica costante in maniera tale da bruciare calorie in quantità ingente.

Oggi anche nelle scuole si sta diffondendo la buona usanza di dare nozioni importanti, in materia di educazione alimentare. Ad esempio si studia l’abbinamento tra due o tre piatti, che magari contenendo ognuno troppi zuccheri semplici, potrebbero diventare una bomba ad orologeria. Un altro piccolo accorgimento sarebbe quello di ridurre, il numero dei distributori di bevande e snack presenti anche nelle scuole.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità infatti ha detto che lo zucchero semplice, dovrebbe essere assunto in una quantità giornaliera che non superi il 10% del contributo energetico.

Con questa dieta poco equilibrata, rimanere all’interno di determinati standard, diviene un’operazione veramente quasi impossibile, favorendo inevitabilmente il sorgere di malattie collegate alla scorretta assunzione dello stesso zucchero.

Assunzione di zuccheri

Oggi lo zucchero viene assunto in diversi modi, soprattutto tramite l’assunzione di troppi dolci e bevande zuccherate. I primi sono zuccheri che potremo definire “consci”, nel senso che quando si mangiano si ha la consapevolezza di fare il pieno di zucchero.

Le seconde invece spesso ingannano, nel senso che si ha la convinzione che bevendo non si ingrassi e non si assumano sostanze zuccherine spesso letali.

Attualmente in commercio infatti esistono una quantità enorme di bevande zuccherate, alcoliche ed analcoliche che comunque per ciò che concerne l’assunzione di zuccheri, hanno lo stesso effetto devastante e poco salutare.

I bambini e gli adolescenti in genere, assumono troppe bevande zuccherate che portano gli stessi ad essere spesso sovrappeso, ed essere affetti già dalla tenera età da numerose malattie, tra le quali il diabete che a quell’età può diventare davvero molto pericoloso.

Come assumere gli zuccheri

Per ciò che concerne questo argomento, esistono dei pareri differenti e talvolta contrastanti. Molti medici infatti dicono di ridurre in maniera drastica la quantità di zuccheri nella nostra dieta, altri invece affermano che l’assunzione deve avvenire in maniera equilibrata, con zuccheri differenti che vengono presi da cibi e bevande di varia natura.

Una corretta dieta prevede infatti un buon 60% di carboidrati, di cui il 10% deve essere rappresentato da zuccheri semplici; ossia almeno 25 grammi di zucchero al giorno.
Questa quantità corrisponde a due tre cucchiai di zuccheri, più almeno due frutti al giorno; ma in effetti chi assume solo questa quantità di zucchero?

Praticamente nessuno o quasi, anche se con una buona attività fisica, l’effetto che potrebbe riprodurre sull’organismo verrebbe ridotto in maniera significativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *