dimagrire con aloe ferox

Aloe Ferox, è efficace per la perdita di peso? RECENSIONE

Balzata agli onori della cronaca negli ultimi anni per le sue eccezionali proprietà, l’Aloe è sempre più utilizzata per la cura di vari disturbi e patologie.

Tra le molteplici specie esistenti, una in particolare è considerata la Regina indiscussa delle piante officinali, ancor più dell’Aloe Vera: è l’Aloe Ferox.

CARATTERISTICHE DELLA PIANTA

L’Aloe Ferox è una pianta grassa originaria delle regioni aride del Sudafrica che appartiene alla famiglia delle Xanthorrhoeaceae, di cui fanno parte circa 250 specie: le più note sono l’Aloe Barbadensis (meglio nota come Aloe Vera), l’Aloe Arborescens e l’Aloe Ferox, o Aloe Selvatica (conosciuta volgarmente anche come Aloe del Capo, Aloe amara ed Aloe rossa).

Ha foglie carnose verde scuro, disposte a rosetta all’estremità del fusto, che possono raggiungere 1 metro di lunghezza e cresce su un unico tronco che, in natura, può arrivare fino a 5 mt di altezza; le spine, che ricoprono anche la pagina delle foglie (diversamente che nell’Aloe Vera), proteggono la pianta dalle insidie e dalle aggressioni di insetti ed altri animali e sono perciò all’origine del nome “Ferox” (feroce o selvatica). La fioritura, da maggio ad agosto, regala fiori tubulari di un arancione vivo e, raramente, gialli o biancastri.

L’ALOE NELLA STORIA

Conosciuta e apprezzata a tutte le latitudini fin dai tempi antichi per le sue proprietà ritenute terapeutiche in molti ambiti, l’aloe ha da sempre trovato innumerevoli campi d’applicazione: già gli Assiri ne bevevano il succo per curare l’indigestione, mentre gli antichi Egizi, che la consideravano la “pianta dell’immortalità” tanto da porla all’ingresso delle piramidi come guida al Faraone verso il Regno dei Morti, la utilizzavano anche nel processo di mummificazione.

È citata più volte persino nella Bibbia, in particolare nel Vangelo di Giovanni : Nicodemo e Giuseppe D’Arimatea utilizzarono 100 libbre (circa 30 kg attuali, come si conveniva ad un Re)di una mistura di mirra e aloe per curare le ferite di Gesù e prepararne il corpo per la sepoltura. Menzionata anche dal medico greco Dioscoride nel primo sec. d.C. e da Plinio il Vecchio nella sua “Historia Naturalis” per i suoi molteplici usi terapeutici, fu molto apprezzata anche dai Maya e dagli Indiani d’America oltreché dalla medicina orientale, sia Tibetana che Ayurvedica.

PROPRIETÀ’, COMPOSIZIONE CHIMICA E PRINCIPI ATTIVI

perdi peso con aloe ferox L’Aloe Ferox può essere considerata la regina delle piante officinali per le sue caratteristiche biochimiche perché, più di qualunque altra pianta presente in natura, contiene una gran quantità di principi nutritivi e microelementi che contribuiscono a mantenere in uno stato di equilibrio interno l’organismo, pur al variare delle condizioni esterne; la sua efficacia ed utilità per la cura di vari disturbi e patologie è stata oggi dimostrata da numerosi e seri studi scientifici. Sono stati dimostrati i suoi effetti disintossicanti, antinfiammatori, antibatterici, lenitivi e, ultimo ma non ultimo, dimagranti.

In particolare contiene polisaccaridi, vitamina A, le vitamine del gruppo B (B1, B2, B6, B12), vitamina C ed E, colina, biotina, acido folico e inositolo, oltre ad una notevole quantità di sostanze minerali come ferro, calcio, magnesio, manganese, zinco, carbonato di potassio ed enzimi, acidi grassi essenziali, amminoacidi e aloeside. L’alta percentuale di vitamine del gruppo B contribuisce a dare all’organismo una sferzata di energia che permette al metabolismo basale di bruciare accumulo di grassi ed eliminare velocemente le calorie in eccesso.

L’effetto più benefico sul corpo è dato dalla presenza dei polisaccaridi, che agiscono sul sistema immunitario rafforzandone le difese contro gli agenti patogeni; in particolare l’acetomannano, un polisaccaride raro e complesso, che il nostro corpo produce solo fino alla pubertà, rafforza il sistema immunitario attivando i fagociti, gli anticorpi e le cellule killer ed aiuta nelle allergie dell’intestino crasso, facilitando la disgregazione delle proteine estranee. L’Aloe Ferox è preferibile all’Aloe Vera perché, oltre a contenere un maggior numero di polisaccaridi, ferro e calcio, ha anche un sapore più gradevole. Bere del succo d’Aloe Ferox prima dei pasti dunque aiuta la digestione, rallenta l’invecchiamento cellulare grazie ai principi antiossidanti, libera il corpo da scorie e tossine e risulta un ottimo alleato per perdere peso grazie ad alcune sostanze che accelerano il metabolismo basale e perciò il dimagrimento.

CONTROINDICAZIONI

L’assunzione di Aloe Ferox di per sé non ha controindicazioni, se non in presenza di determinate patologie o condizioni dell’organismo. In particolare se ne sconsiglia l’assunzione a chi soffre di gravi patologie intestinali come morbo di Crohn, appendiciti, tumori maligni, gastriti, coliti, enteriti, a chi ha un intestino particolarmente sensibile, perché può provocare diarrea prolungata e alle donne in stato interessante; è inoltre sconsigliata a chi soffre di diabete, perché agisce sul metabolismo del glucosio e a chi soffre di disturbi cardiocircolatori.

L’ALOE FEROX SI PUÒ’ COLTIVARE IN CASA?

La risposta è sì! Anche se l’ideale sarebbe collocare la pianta in giardino direttamente nel terreno, viste le dimensioni considerevoli che può raggiungere, è possibile coltivarla anche in vaso con ottimi risultati, trattandosi di una pianta che non richiede cure particolari e non è attaccata da specifici parassiti o malattie. Il non plus ultra per la coltivazione sarebbe un clima mite, con temperature mai al di sotto delle zero ma può essere piantata a qualunque latitudine purché si abbia l’accortezza di metterla al riparo durante la stagione invernale.

Il vaso deve essere profondo, per garantire il corretto sviluppo delle radici e ben drenato con della ghiaia sul fondo; la collocazione migliore è al sole diretto e le innaffiature devono essere poco abbondanti (una volta a settimana in estate, una volta ogni due settimane negli altri periodi dell’anno). Dalla foglia di Aloe si possono estrarre il succo e il gel, che è alla base di molti cosmetici e prodotti per la cura del corpo e può essere conservato in frigorifero in un barattolo di vetro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *