dimagrire olio cocco

È possibile dimagrire con l’olio di cocco?

Integrando nella propria alimentazione quotidiana 30 grammi di olio di cocco al giorno, pari a circa due cucchiai, si possono perdere, in tempi brevi, fino a 3 centimetri di girovita.

Cos’è l’olio di cocco

Il cocco è un frutto che cresce sulla palma del cocco, chiamata Cocos Nucifera.

Questa pianta, tipica delle zone molto calde, come l’Africa e l’America Meridionale, è chiamata, in alcune tribù autoctone “la pianta della vita”, proprio perché i suoi frutti hanno qualità nutritive eccezionali.

La noce di cocco è un frutto molto grasso, nutriente e ricchissimo di fibre, di vitamine, di folati e sali minerali essenziali.

Dalla parte grassa del cocco, costituita da polpa molto densa e soda, si estrae l’olio. Numerosi studi hanno appurato che l’olio di cocco è dotato di una serie di qualità propedeutiche alla buona salute ed alla bellezza.

Perché l’olio di cocco promuove la perdita di peso

L’olio di cocco contiene, principalmente, grassi a catena media. I grassi a catena media, strutturalmente, sono molto diversi da quelli a catena lunga, che sono quelli che, abitualmente, si usano in cucina e nella dieta occidentale: quelli dei formaggi, del burro, della carne rossa, del pesce grasso.

L’organismo umano tende a stoccare sottoforma di riserva i grassi assunti in esubero, formando così lo strato adiposo, cioè i chili in eccesso.

I grassi a catena media, invece, non sono immagazzinabili, ma solo sfruttabili per produrre energia fruibile.

Calcolando che la termogenesi dei grassi, ossia la loro digestione per trasformarli in energia, è quella che richiede più calorie in assoluto per essere attivata, è facile capire che mangiare olio di cocco aumenta il dispendio calorico dell’organismo e, quindi, fa dimagrire.

Inoltre, l’acido laurico contenuto in quest’olio vegetale, dà energia, placa il senso di fame e dona una sensazione di sazietà, aiutando chi lo assume ad attenersi al regime dietetico ed a non esagerare con le porzioni di cibo.

Come si assume l’olio di cocco

L’olio di cocco, diventato uno degli integratori alimentari più richiesti nell’ultimo anno, proprio grazie agli eccellenti risultati che fa raggiungere in termini di perdita di peso, si può assumere puro o sottoforma di compresse, capsule o pastiglie.

La dose giornaliera raccomandata varia da 15 a 30 grammi, ossia uno o due cucchiai da minestra, colmi.

Se si sceglie di assumerlo in pastiglie, basterà seguire le indicazioni sul foglietto illustrativo, per regolarsi correttamente con le dosi. Per quanto riguarda l’olio puro, se il sapore piace si può ingerirlo così, al naturale, altrimenti lo si può diluire in mezzo bicchiere d’acqua o di altra bevanda, naturalmente non gassata.

Quando si assume l’olio di cocco
Il momento ideale per assumere l’olio di cocco a scopo dimagrante, per massimizzarne gli effetti positivi, è mezz’ora prima dei pasti principali.

benefici olio cocco

Questo contribuirà a dare all’acido laurico il tempo di agire sui recettori della fame, inibendoli ad inviare messaggi scorretti.

Molto spesso, infatti, più che per vero e proprio appetito, si tende a mangiare troppo per golosità o stimolati dal profumo di ciò che si ha nel piatto.

Gli stimoli olfattivi, infatti, attivano in modo spropositato i recettori regolatori della fame.

Ripristinandone il corretto funzionamento, invece, sarà più semplice mangiare la giusta porzione, soddisfare l’appetito vero e non farsi traviare da altre sensazioni.

Dove si acquista l’olio di cocco
L’olio di cocco, sia puro che sottoforma di capsule o compresse, è facilmente reperibile in tutte le erboristerie, le parafamarcie, i negozi che vendono integratori alimentari, i negozi di sport e fitness, i negozi specializzati in alimenti vegani, vegetariani o biologici e persino sugli scaffali dei più riforniti supermercati ed ipermercati che, spesso, hanno un reparto dedicato al settore dell’integrazione alimentare.

Ci sono controindicazioni all’assunzione di olio di cocco?

L’olio di cocco è un cibo. In molte parti del mondo viene utilizzato normalmente, ogni giorno, come alimento ed, anzi, molto consigliato ai bimbi in svezzamento, convalescenti, denutriti o ai ragazzi in crescita, proprio perché è molto nutriente. Quindi non esiste controindicazione alcuna ad assumerne due cucchiai al giorno, fatta eccezione per allergie personali e soggettive.

Quali altre applicazioni benefiche ha l’olio di cocco?
L’olio di cocco, oltre ad essere un alleato della linea e del metabolismo vivace ed attivo, può anche usato topicamente per curare la bellezza e la salute della pelle. È ricchissimo di vitamine A-E-C, il complesso vitaminico più usato per realizzare i migliori prodotti, come creme e sieri, antirughe.

Con l’olio di cocco, quindi, si possono fare impacchi al viso, soprattutto nella zona del contorno occhi e contorno bocca, per far diminuire, visibilmente, le rughette tipiche di quelle zone delicate. Ha proprietà lenitive ed è eccezionale per alleviare il dolore delle scottature e farle guarire prima.

È un ottimo prodotto, biologico e totalmente naturale, quindi consigliatissimo, per le donne incinte che vogliono evitare le smagliature sulla pancia: spalmato tutti i giorni sul pancione, contribuirà a mantenere la pelle elastica e tonica, così, dopo il parto, quando la pancia tornerà alle sue normali dimensioni, presenterà molte meno smagliature.

Lo scrub naturale dolce

Utilizzando l’olio di cocco si può realizzare uno scrub naturale, adatto a qualsiasi tipo di pelle, per detergere in profondità, detossinare e rigenerare l’epidermide di viso e corpo, aiutandola a liberarsi dalle cellule morte che la rendono, spesso, spenta ed opaca. Basta mescolare una manciata di zucchero con un cucchiaio di olio di cocco.

In questo modo si ottiene un composto pastoso, che andrà strofinato con un certo vigore su tutta la pelle, insistendo particolarmente sulle zone più ruvide: ginocchia, gomiti, talloni e, per quanto riguarda il viso, la zona “T” , cioè fronte, naso e mento. Dopo aver lasciato agire qualche minuto si risciacqua con acqua tiepida.

I granelli dello zucchero, strofinati sulla pelle, hanno un’azione esfoliante e stimolano la microcircolazione. L’olio di cocco, contestualmente, nutre la pelle, la vitaminizza e rigenera, per un risultato di pelle liscia, setosa e dall’aspetto più giovane e tonico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *