come dimagrire le braccia

Gli esercizi giusti per dimagrire le braccia

Dimagrire è indubbiamente un percorso lungo e complesso e riuscire a snellire le proprie braccia può risultare ancora più difficoltoso. Tuttavia non è impossibile: ma come fare a dimagrire proprio in quel punto?

Sicuramente una buona alimentazione è di grande aiuto, ma ciò che realmente fa la differenza sono gli esercizi giusti, in grado di ridare il giusto tono ai muscoli delle braccia e di eliminare la parte di grasso in eccesso tanto odiata.

Con l’attività fisica gli obiettivi principali da perseguire per dimagrire sulle braccia sono due: la corretta costruzione del muscolo e la perdita dello strato adiposo.

Sicuramente sarebbe ottima l’idea di iscriversi in palestra ed affidarsi ad un completo programma di fitness adeguato alle proprie esigenze.

Tuttavia, nel momento in cui questo non risultasse possibile, si possono tranquillamente praticare esercizi semplici in casa, i quali possono essere la fedele riproduzione di quelli che si svolgerebbero in palestra ma senza eventuali attrezzi.

Per poter dimagrire le braccia, inoltre, è consigliabile allenarsi almeno 3 volte alla settimana, meglio se a giorni alterni, in maniera tale da non sovraccaricare di sforzi i propri muscoli e da non ritrovarsi con dolori che impediscono anche i movimenti più semplici: è più efficace allenarsi poco ma di frequente, che tanto ma raramente.

I piegamenti per le braccia

Indubbiamente tali esercizi risultano, tra tutti, essere i più faticosi. Tuttavia sono
anche quelli che, più di qualunque altro, aiutano in breve tempo ad ottenere sia braccia toniche e sia muscoli ben allenati.

Un esempio di esercizi di questo tipo può essere la versione facilitata di quello che viene conosciuto come “pushup”: in tale variante si devono appoggiare le ginocchia a terra, in maniera tale da rendere l’esecuzione dell’esercizio più semplice, e mantenere la schiena il più possibile dritta con gli addominali costantemente contratti e lo sguardo fisso avanti a noi senza che il collo vada a piegarsi.

Le mani dovranno essere invece poste in maniera lievemente più ampia rispetto alla larghezza delle proprie spalle e le braccia dovranno risultare ben tese. Una volta assunta la posizione corretta si dovrà spostare il proprio peso in avanti e piegare le braccia, piegare i gomiti e abbassare il petto fino ad andare a sfiorare con esso il pavimento.

Una volta fatto ciò si potranno distendere nuovamente le braccia e tornare alla posizione di partenza, ripetendo tale operazione per 30 secondi di fila, per poi riposarsi altri 20 secondi e riprendere per altri 30.

Alzare ed abbassare le braccia

Un altro esercizio estremamente utile per l’allenamento delle braccia è semplicemente quello di alzarle ed abbassarle.

Ci si dovrà quindi posizionare in piedi e con le gambe divaricate leggermente, tenendo nelle mani dei piccoli pesi, i quali potranno aumentare di peso con il passare del tempo (e possono essere tranquillamente sostituiti da bottiglie piene di acqua).

Si inizierà tenendo le braccia lungo il corpo, per poi alzarle portandole all’altezza delle spalle. Da questa posizione, poi, le si potrà ulteriormente alzare verso la propria testa senza fare in modo che queste vadano a sbilanciarsi o finiscano dietro la testa, in quanto il peso andrà a scaricarsi sulla schiena e l’esercizio sarà controproducente.

Fatto ciò le braccia potranno essere riabbassate e riportate all’altezza delle spalle, per poi andare a ripetere l’esercizio per altre venti volte.

Allenamento per braccia e corpo

Esistono esercizi specifici che non soltanto mirano all‘allenamento delle braccia, ma anche a quello del resto del corpo.

Un esempio potrebbe essere quello di porre il corpo a V rovesciata, con le mani a terra con il viso rivolto verso il basso, tenendosi in equilibrio solamente con un piede. L’altra gamba dovrà essere invece sollevata da terra e tesa dietro al collo.

Durante tale esercizio gli addominali dovranno essere sempre in contrazione.
Una volta acquisita la posizione corretta, si dovranno piegare i gomiti e portare la parte superiore del corpo il più vicino possibile al pavimento, facendo però attenzione a non sforzare in maniera eccessiva il collo.

Dopodiché si potranno distendere le braccia e continuare con i propri piegamenti, i quali dovranno durare circa 20 secondi per ogni gamba sollevata, per poi riposarsi per 1 minuto.

Allenamento per braccia ed addominali

Un ottimo abbinamento durante il proprio allenamento è sicuramente quello di braccia ed addominali (in particolar modo la fascia addominale profonda).

Un esercizio utile in questo caso può consistere nello stendersi con la pancia rivolta verso il pavimento e le mani appoggiate al terreno in maniera tale da sostenere il corpo.

Le gambe dovranno invece essere entrambe tese e con piedi posti in maniera leggermente più ampia rispetto alla larghezza delle proprie spalle. Una volta che la posizione raggiunta sarà corretta gli addominali dovranno essere ben contratti e il ginocchio destro dovrà essere piegato, facendolo passare attraverso il corpo e facendolo arrivare quasi a toccare il proprio gomito sinistro.

In maniera rapida si dovrà poi ritornare alla propria posizione di partenza, ovvero con entrambe le gambe tese ed i piedi perfettamente appoggiati a terra.

Questo dovrà poi ripetersi con la gamba sinistra, la quale dovrà compiere lo stesso percorso della gamba opposta e dovrà andare a sfiorare il gomito opposto ad essa.
L’esercizio è da ripetere per 40 secondi di fila, andando ad alternare le gambe ad ogni ripetizione.

Terminati i secondi ci si potrà riposare per 20 secondi, per poi ripetere il tutto una seconda volta.

Si potrà notare come le braccia subiscano un processo di allenamento al termine dell’esercizio: queste, infatti, inizieranno a tremare, indicando il fatto che hanno lavorato in maniera corretta.

Durante l’esercizio è importante che la schiena rimanga sempre leggermente curva verso l’alto e mai verso il basso, o si rischia di sovraccaricarla.

Andare a correre

Sebbene sia perlopiù un’attività fisica pensata per altre parti del corpo, la corsa si rivela particolarmente utile anche per il dimagrimento delle braccia: questo non soltanto perché, nel momento in cui si corre, vengono bruciate molte calorie ed energia, ma anche perché il movimento circolare che si effettua con le braccia mentre si corre le farà dimagrire velocemente e senza sforzarle eccessivamente.

La corsa aiuta infatti a migliorare notevolmente la circolazione, a rassodare la pelle e a renderla molto più elastica e tonica.

Tuttavia occorre prestare attenzione al livello di corsa che si effettua: un livello troppo intenso di questa, infatti, farà si che il risultato ottenuto non sia quello di braccia più magre e snelle, ma quello di braccia molto più voluminose a causa di un eccessivo sviluppo dei muscoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *