dieta per pancia

La dieta indicata per dimagrire la pancia: menù e benefici

Dieta per far dimagrire la pancia: cosa evitare?

La pancia è una delle parti del corpo in cui si accumulano più grassi. Per cercare di eliminare da questa zona i cuscinetti adiposi, c’è una dieta ben specifica.

Questo particolare regime alimentare, volto a far diventare la pancia piatta, prevede che vengano eliminati alcuni cibi.

Innanzitutto, per far scomparire il grasso dalla zona del ventre, bisognerebbe evitare di mangiare degli alimenti che contengono molte calorie.

Per questa ragione, è consigliato evitare in primo luogo i cibi pronti, tutti i prodotti da forno e i dolci.

Per quanto riguarda la cioccolata, si può assumere qualche pezzettino di quella fondente.
Si dovrebbe cancellare dalla propria dieta anche i salumi insaccati e l’abitudine di bere le bibite zuccherate o le bevande alcoliche.

Bisognerebbe diminuire il consumo dei cibi che gonfiano, perchè tutto questo può causare un aumento dei centimetri di troppo sul nostro addome. In questo caso, sarebbe utile mangiare pochi legumi, poche verdure crucifere e vietare l’utilizzo delle gomme da masticare.

Tra i formaggi, sono sconsigliati sopratutto quelli molli, come la ricotta e lo stracchino. Questa tipologia di formaggi possono fermentare nello stomaco, causando fenomeni di meteorismo.
Naturalmente non si devono mangiare i cibi fritti, come le patatine e gli hamburger.

Alimenti consigliati per far dimagrire la pancia

Tra gli alimenti consigliati, nella dieta per far diminuire i cuscinetti adiposi, che si accumulano nella zona dell’addome, c’è in primo luogo il peperoncino.

Quest’ultimo infatti contiene parecchia vitamina C e capsaicina, che favorisce l’eliminazione delle cellule grasse immature, consentendo la riduzione dei lipidi in un organismo.

Il peperoncino contribuisce a stimolare un’accelerazione del metabolismo, contrastando l’azione dei radicali liberi e tenendo entro un certo livello gli zuccheri.

Le mandorle, se assunte in una quantità non eccessiva, sono necessarie per avere un addome piatto, perché mantengono in equilibrio il glucosio nel sangue, agevolano di gran lunga il processo digestivo e sono in grado di far scomparire quasi del tutto il senso di fame.

Le mele sono efficaci per far perdere di peso nella zona della pancia. Queste vanno mangiate prima dei pasti, perché aiutano ad assorbire meno calorie.

In aggiunta le mele hanno la proprietà di essere costituite da antiossidanti, che hanno la funzione di eliminare i radicali liberi, la cui azione porta ad un precoce invecchiamento della pelle.

Tra le verdure invece necessarie in una dieta, mirante ad avere un ventre piatto, c’è il cavolfiore. Quest’ultimo contiene pochissime calorie, ma moltissime fibre e vitamina C.

I legumi sono delle ottime alternative alle proteine di origine animale. Le lenticche e i fagioli contribuiscono a far perdere di peso nella zona della pancia. Più in particolare, le lenticche garantiscono che la qualità di zucchero nel sangue rimanga costante.

In questo modo si evitano che determinati picchi di insulina possano provocare un accumulo di grassi nell’addome.
Lo yogurt poi è estremamente consigliato e va inserito in una dieta per far dimagrire la pancia.

Questo contrasta il formarsi del gonfiore nella zona del ventre e favorisce un corretto funzionamento dell’intestino, garantendo una giusta eliminazione delle scorie dal corpo.

In aggiunta, il riso è efficace per combattere i cuscinetti adiposi nell’addome. Il processo digestivo di questo alimento innanzitutto dura di più rispetto a quello della pasta, e in questo modo il senso di sazietà che si genera in una persona è più prolungato.

Il riso poi svolge un’importante azione purificante, in quanto contiene poco sodio e molto potassio. In questo modo è favorita la diuresi e viene contrastato il gonfiore addominale.

Altri consigli per far perdere di peso al proprio addome

Per far dimagrire la propria pancia, nel corso di una dieta alimentare, si dovrebbe bere naturalmente molta acqua. In particolare sarebbe consigliato immettere nel nostro organismo circa due litri di questa sostanza, per eliminare il gonfiore e le tossine.

L’acqua può essere assunta anche tramite delle tisane drenanti.
In una dieta, per tentare di ottenere un dimagrimento nell’addome, la frutta si dovrebbe mangiare come spuntino mattutino e pomeridiano, mentre la verdura dovrebbe sempre accompagnare i piatti del pranzo e della cena.

La verdura si potrebbe preparare o cotta al vapore, oppure condita con del limone, delle spezie, e con un poco di olio.

Le proteine da assumere sono quelle magre, e quindi sono consigliate le carni bianche e le uova. Per contribuire al processo di perdita dei chili di troppo nella zona della pancia, sarebbe necessario evitare infine la sedentarietà e fare attività fisica.

Quest’ultima dovrebbe essere svolta un giorno sì e l’altro no. Tra gli sport utili al dimagrimento dell’addome ci sono naturalmente il nuoto e la corsa.

Cosa prevede un menù di una dieta per dimagrire la pancia?

Gli alimenti da assumere a colazione sono 150 ml di latte magro o parzialmente scremato, accompagnati da una tazzina di caffè senza zucchero e da un frutto. In alternativa si può bere del caffè d’orzo con tre biscotti secchi, oppure una spremuta d’arancia senza zucchero con due fette biscottate spalmate con marmellata o miele.

A metà mattinata, si può fare un veloce spuntino, che può consistere nell’assunzione di un frutto, o nel bere un frullato, oppure nel mangiare due gallette di riso con sopra dell’affettato di tacchino o di pollo.

A pranzo, in una dieta per far abbassare l’addome, si dovrebbero ingerire alimenti ricchi di proteine e con poco apporto di grassi, e una porzione di cibi con carboidrati per almeno due-tre volte a settimana.

Più in particolare, si potrebbero mangiare 60 grammi di riso integrale e per secondo una porzione di pesce fresco, o un piatto di carne di pollo, oppure una porzione di uova. Il tutto va accompagnato da della verdura o dall’insalata.

La sera è utile restare leggeri e immettere nel proprio organismo pochissimi carboidrati, delle proteine magre e naturalmente della verdura. In questo caso invece è consigliato un piatto di carne bianca o di pesce, o del minestrone, serviti con due gallette di riso, oppure con due fette di pane integrale.

Sia a pranzo che a cena si dovrebbero evitare alcune abitudini, che potrebbero generare dei gonfiori alla pancia. È necessario quindi non mangiare diversi tipi di proteine nello stesso pasto.

Ad esempio non bisognerebbe mai assumere contemporaneamente del pollo e delle uova, oppure cibarsi con della frutta, quando si è finito di pranzare o cenare.

Se si vuole fare uno spuntino pomeridiano, si può bere infine un frullato con mela e ananas, oppure una tisana rilassante con del finocchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *