dieta bambini sovrappeso

Qual è la dieta giusta per i bambini in sovrappeso?

Molte mamme, spesso, non si rendono conto del fatto che la dieta dei propri bambini non è fatta solo per poterli nutrire, ma anche per aiutarli a crescere bene, energici, forti, robusti e soprattutto sani, vigorosi ed in salute.

Il benessere del corpo infatti si sa che parte prima di tutto dalla tavola e da quello che mangiamo. I bambini, infatti, hanno bisogno di un’alimentazione assai varia e ricca di proteine, vitamine, sali minerali e tutta una serie di sostanze dal potere nutrizionale che contribuiscono al loro sviluppo.

Purtroppo, proprio per questo motivo oggi in Italia aumentano sempre di più i bambini in sovrappeso o addirittura obesi.

Mettere a dieta un bambino non è affatto semplice in quanto è necessario compiere un maggiore sforzo per fargli comprendere che certi prodotti, nonostante gli sembrino gustosi e saporiti, vanno evitati per la loro salute.

È importante ricordare che è fondamentale per il nostro bambino nutrirsi in modo corretto poiché se impara a mangiar bene sin da piccolo, da adulto saprà alimentarsi in modo più sano e cosciente.

Consigli utili per aiutare i bambini in sovrappeso

Un primissimo consiglio che si può dare a chi ha un bambino in sovrappeso o peggio ancora obeso, è quello di rivolgersi ad un nutrizionista. È sempre meglio, infatti, chiedere l’aiuto di una persona esperta e competente, un professionista che sappia insegnargli a nutrirsi in modo sano.

-Da cosa dipende il sovrappeso in età infantile?

Sono molti le cause che determinano il sovrappeso in età infantile. Innanzitutto all’origine vi può essere una predisposizione genetica anche se, senza dubbio, un ruolo importante è ricoperto dallo stile di vita e dal tipo di dieta seguita.

Infatti, i bambini hanno innanzitutto bisogno di praticare sport o altre attività motorie, anziché impigrirsi davanti a pc e videogames, i quali risultano tra i primi artefici nella creazione di bambini obesi.

Un altro elemento a cui prestare molta attenzione sono gli alimenti ipercalorici come bevande zuccherate, merendine, patatine e quant’altro, i quali sono particolarmente deleteri.

Questo tipo di cibo, (chiamato anche cibo-spazzatura) piace molto ai bambini anche se al contempo non è per nulla salutare, dunque meglio preparar loro una merenda con pane e marmellata piuttosto che rimpinzarli con questo tipo di alimenti.

La Dieta giusta per i bambini in sovrappeso

Quando si decide di far seguire una dieta al proprio bambino prima di tutto bisogna entrare nell’ottica di idee che da quel momento in poi si dovrà proseguire con grande cura ed impegno per perseguire gli obiettivi che si sono prestabiliti.

Un semplice consiglio da mettere subito in pratica è quello che siano previsti 4 o 5 pasti al giorno in modo da evitare che il bambino senta la fame. Al di fuori di questi pasti il bambino non dovrebbe assolutamente mangiare nient’altro.

Sarà necessario preparare i pasti con cura ed attenzione, scegliendo i gusti ingredienti e preparando ricette buone e soprattutto sane.

La dieta giusta per combattere il sovrappeso dei bambini prevede innanzitutto un’abbondante colazione ricca di frutta, cereali e latte in modo da dare al bambino l’energia giusta per sostenere la giornata e per far sì che quando torni a casa da scuola non abbia voglia di mangiare merendine, cioccolato o altri cibi vietati.

Gli alimenti da preferire sono senz’altro latte, cereali, yogurt, frutta, miele, marmellata (preferibilmente fatta in casa), spremute di frutta, frullati, fette biscottate, pane e cereali integrali.

Se il bambino preferisce il cibo salato a quello dolce, si può preparare un piccolo toast con del prosciutto cotto ed una fettina di formaggio. Altra regola fondamentale è far bere loro una grande quantità di acqua, che permette di idratare il loro organismo in modo adeguato e di eliminare le scorie in eccesso.

Aiutiamoli ad apprezzare e a mangiare le verdure e gli ortaggi, visto che spesso purtroppo i bambini non le amano particolarmente, anche se sono importantissime per la loro crescita.

Per quanto riguarda la carne e la verdura da consumare, bisogna sapere che per i bambini valgono le medesime per gli adulti; vale a dire che le carni rosse vanno consumate al massimo una volta la settimana e le carni bianche al massimo due volte la settimana.

Cerchiamo inoltre di introdurre sempre un quotidiano consumo di cereali preferibilmente integrali. Inoltre ogni giorno va mangiata almeno una razione di frutta e verdura e per i latticini basta dare loro del latte a colazione tutte le mattine e qualche formaggio al massimo una volta a settimana.

Fate sì che non manchi mai il pesce, che va mangiato almeno tre volte a settimana, legumi e uova.
In definitiva: pranzo e cena devono costituire due pasti completi, ma moderati: un piatto unico, ossia un primo ed un secondo, con cereali (riso, pasta al dente o altro tipo di cereali) e proteine, un contorno e infine della frutta.

Durante i 14 pasti della settimana è buona norma introdurre l e proteine della carne e del pesce per 3 volte a settimana, uova, formaggi, legumi, bresaola e prosciutto crudo magro al massimo per 2 volte alla settimana.

Altri consigli importanti sono: fargli prendere fin da subito l’abitudine di star seduto a tavola con gli altri membri della famiglia ( e questo dovrebbe essere messo in pratica anche dalle maestre quando sono a scuola); utilizzare piatti di dimensioni piccole e con porzioni limitate; preparare piatti semplici con alimenti poco raffinati o manipolati che riescano a saziare sufficientemente; fare in modo che il bambino non rimanga digiuno per lunghi periodi in quanto questo modifica il suo potere di controllo sulla scelta del cibo e sull’appetito.

I numeri dei bambini in sovrappeso in Italia

Negli ultimi anni i numeri dei bambini in sovrappeso in Italia sono saliti vertiginosamente, infatti nel nostro paese un bambino su tre a 6-7 anni è già in forte sovrappeso e secondo le statistiche questi bambini hanno il 75% di probabilità di divenire in futuro degli adulti obesi.

Si tratta di dati abbastanza inquietanti nonché allarmanti e riguardano anche bambini che frequentano la terza elementare e, anche se in maniera minore, adolescenti e ragazzini. Un rapporto del 2010 del programma “Okkio alla Salute” dell’Istituto superiore di Sanità, ha affermato che il 23% di oltre 42 mila bambini interrogati a riguardo si sono rivelati in sovrappeso e l’11% addirittura obeso.

A rendere ancora più difficile la situazione è la condotta delle loro madri: infatti ben il 36% di esse sottovaluta che il proprio bambino sia in sovrappeso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *