integratori proteine

Quali sono gli Integratori di proteine perché prenderli e quali sono i migliori?

Proteine quali funzioni

Anzitutto è doveroso fare una panoramica su quali siano i vari tipi di proteine e quali funzioni svolgono nel nostro organismo.
Preliminarmente bisogna dividere le proteine nelle due macro-categorie più grandi:

  • proteine di origine animale
  • proteine di origine vegetale

Qualora la dieta quotidiana non dovesse essere sufficiente per garantire l’assunzione di un quantitativo sufficiente di tali elementi, è opportuno e oserei dire obbligatorio provvedere ad una giusta integrazione con l’uso degli integratori.
Qui cercheremo di individuare le varie tipologie presenti sul mercato e quali siano i migliori.

1)Proteine in polvere e weight gainer
Utilizzate in prevalenza da atleti che praticano sport nei quali l’aumento della massa muscolare è fondamentale e in cui lo sforzo comporta una alto dispendio di energie, sono la forma preferita di integrazione per ristabilire il giusto equilibrio tra sali e minerali con l’integrazione delle proteine necessarie per agevolare l’aumento muscolare.

2)Proteine del siero (Whey protein)
Composte da caseine e di veloce biodisponibilità, facilitano non solo la crescita muscolare, ma anche il recupero dopo l’allenamento.

Sono infatti composte oltre che dal siero del latte, anche da un’elevata quantità di aminoacidi a catena ramificata. Questi integratori sono utilizzati dalla maggior parte degli sportivi che necessitano di un recupero veloce post allenamento.

Inoltre l’uso di tale tipo di integratori sarà perfetto per ottimizzare talune carenze, che a volte sono indotte da stati di intolleranza alimentare.

3)Proteine dell’uovo
Decisamente le uova sono la miglior fonte di proteine offerta dalla natura. Tuttavia rimane il problema costituito dalla grande presenza lipidica contenuta dal tuorlo che rischia di vanificare il beneficio offerto dall’ingestione di questo alimento.

Proprio per ovviare a tale problema sono state inventate le proteine dell’uovo in polvere, ottenute a seguito di un processo di pastorizzazione e liofilizzazione degli albumi per evitare che il danno che deriverebbe al fegato a seguito dell’ingestione di un quantitativo errato di tuorli.

4)Proteine idrolizzate
Sono ottenute da un processo di idrolisi di una proteina animale o vegetale, similmente a quanto accederebbe nel nostro stomaco, provvedendo a fornire così una grande quantità di aminoacidi indispensabili al nostro organismo per creare le varie catene peptidiche che contengono le masse muscolari.

Il grande vantaggio che offrono è la elevata velocità di assorbimento a livello gastro intestinale e la composizione formulata in genere in maniera tale da renderle ipoallergeniche e a prova di intolleranze varie.

5)Snack proteici
Gustosi e facili da usare in ogni situazione, rappresentano la soluzione migliore in caso di fame improvvisa o di assenza dalla propria abitazione.

Visto che vengono formulati in un numero davvero elevato di differenti composizioni, il loro uso ne ha fatto ormai uno strumento imprescindibile nell’alimentazione di un numero sempre maggiore di sportivi, professionisti o no che siano.

6)Proteine della soia
Considerata la grande mole di proteine contenute nella soia, visto che in proporzione ne ha addirittura più della carne, è facile capire come gli integratori a base di questo legume abbiano conquistato in fretta le vette tra i prodotti più utilizzati negli appassionati del fitness o comunque di tutti coloro che seguono un’alimentazione basata su prodotti vegetali o in genere di natura non animale.

Considerato però che gli integratori ottenuti dalla soia sono in genere frutto di delicati processi grazie a cui si isolano le parti più utili, a favore della facile assimilazione dei principi attivi, c’è da considerare come l’Organizzazione Mondiale per la Salute abbia conferito il punteggio massimo nella valutazione di queste proteine sia per la qualità dei processi produttivi, sia per la loro assoluta sostenibilità.

7)Proteine del siero a scambio ionico
Realizzate per ottimizzare l’assimilabilità dei principi in esse contenute, ma particolarmente per quanti presentino intolleranza al lattosio, sono realizzate per diminuire il contenuto di zuccheri e di grassi, riducendo di conseguenza il contenuto di immunoglobuline e lattoferrina, a tutto vantaggio della componente betalattoglobulinica.

8) Proteine del grano
Vengono utilizzate come integratore per il loro corretto bilanciamento lipidico, contribuendo ad ottenere un corretto bilanciamento energetico secondo le più diffuse diete. Considerato che il grano può essere, a seconda del processo di raffinazione che subisce, di vari tipi(o,00, i, 2), diventa intuitivo il comprendere come minore sia stata la lavorazione sui chicchi e maggiore sarà la sua bioassimilabilità.

9) Integratori aromatizzati
Molti integratori hanno la caratteristica di avere differenti gusti per di venire incontro ai gusti delle persone. Tuttavia, visto che per ottenere una differenziazione di sapori è necessario l’impiego di sostanze che fungano da correttori del sapore, necessariamente la quantità di principio proteico dovrà diminuire in percentuale commisurata a quanto contenuto per correggere i sapori.

Sarà pertanto più sensato pensare ad acquistare un prodotto neutro e in seguito magari modificarlo secondo le proprie preferenze integrando con ingredienti naturali da aggiungere nel frullatore prima di realizzare il preparato finale.

In chiusura di questa guida ai vari integratori proteici, è comunque corretto indicare come l’uso di integratori vada inteso non come una sostitutivo, bensì come un supplemento da utilizzare per far fronte alle esigenze che nascono a seguito di un allenamento sportivo intenso o comunque finalizzato al miglioramento dei risultai di un atleta.

L’assunzione degli integratori senza un piano di allenamenti sottostante, rischierebbe di portare più danni che benefici, degenerando in crampi, dolori muscolari, perdita di calcio nelle ossa o altri tipi di disturbi causati da quello che diverrebbe uno squilibrio nutrizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *