erbe per dimagrire

Quali sono le erbe che aiutano a dimagrire? E perché?

Non bisogna pensare che per dimagrire bisogna ricorrere a pietanze insipide o alimenti privi di ogni sapore: ecco perciò alcune erbe naturali che si possono sfruttare per perdere peso in maniera efficace.

Agnocasto, un toccasana per la linea
Una delle migliori erbe da sfruttare quando si vuole smaltire qualche chilo di troppo è sicuramente l’agnocasto. Si tratta di un arbusto che ha fini ornamentali e che possiede dei piacevoli fiori dal colore violaceo.

Ottimo soprattutto per le donne in quanto l’agnocasto permette di eliminare scorie in eccesso e contribuisce a dare senso di sazietà in particolare nel periodo mestruale.

Utilizzabile per lo più sotto forma di infuso: il suo utilizzo regolare permette di ottenere benefici per la linea evidenti.

Angelica per dimagrire
Un’altra erba ottima per coloro che hanno intenzione di perdere peso è sicuramente l’angelica.
Una pianta che si caratterizza per la sua altezza che può arrivare anche a due metri e che va agire bene attraverso un ricco olio essenziale in primis sulla digestione.

Si consiglia l’assunzione di angelica soprattutto in quei casi di lenta digestione dove può esserci un disturbo nell’assorbimento.

Si può usare l’estratto direttamente o anche in forma di infuso e decotto così da avere dei benefici ottimi per la linea e che permettano all’organismo di contare su un metabolismo efficiente.

Anice stellato: ottimo come digestivo e per i gonfiori
Le proprietà dell’anice stellato sono molto note per quanto concerne le occlusioni delle vie respiratorie, ma non solo.

Infatti si parla di un rimedio efficace anche in tema alimentare visto che il suo olio essenziale è l’ideale per la sua azione eupeptica e per evitare che si formino gonfiori a livello addominale.

Le forme più commercializzate di anice stellato da abbinare ad una dieta bilanciata sono quella di infuso e decotto che permettono così di avere un rapido assorbimento dei principi attivi della pianta. Ne bastano anche piccole quantità per avere ottimi benefici per la linea: ecco perché si parla di un rimedio molto diffuso da abbinare alla dieta.

Un agrume salutare per la linea: l’arancia
Indubbiamente quando si parla di agrumi il pensiero non può che andare all’arancia. Si tratta di uno di quei frutti molto graditi e che perciò non è difficile inserire nella propria dieta.

Un aspetto fondamentale riguarda l’elevata concentrazione di sostanze antiossidanti e soprattutto della vitamina C, una molecola molto celebre ormai. Stimola molto bene il metabolismo l’assunzione di arancia e soprattutto va a favorire un metabolismo che possa essere così il più veloce possibile.

Inoltre l’arancia è indicata per quelle persone che tendono ad avere una digestione molto lenta o che comunque dà problemi di gonfiori addominali.

L’arancia può essere mangiata in forma di agrume, ma anche assunta sotto forma di infusi, decotti e capsule che sono disponibili in commercio. In ogni caso è bene puntare su formulazioni che abbiano elevate quantità di estratto di arancia puro.

Bardana, pianta poco conosciuta ma molto efficace
Chi cerca un’erba che possa aiutare a dimagrire e anche in tempi alquanto brevi può scegliere la bardana.

Si tratta di una pianta molto diffusa nel territorio italiano e che contiene un olio essenziale ricco di alcune sostanze molto efficaci: dall‘acido caffeico all’acido clorogenico e così via.

Tutte queste molecole svolgono un’azione benefica sul fegato, andandolo a depurare.

Oltre a considerare che permette di avere un più efficiente controllo delle concentrazioni zuccherine nel sangue, permettendo di evitare dannosi accumuli.

Ciò che bisogna considerare è che la bardana è una pianta usata anche per rimuovere ristagni di liquidi che possono essere evidenti anche dal punto di vista estetico.

Coriandolo, un’erba tradizionale diffusa
Il coriandolo è tra le erbe dimagranti più celebri, il cui utilizzo risale a tempi antichi come evidente da alcune fonti storiche.

Si parla di una pianta erbacea della zona del Mediterraneo e che contiene tante molecole utili per quanto concerne il dimagrimento.

Al suo interno si trovano vitamina C, acido caffeico, acido clorogenico, flavonoidi e anche mucillagini.
Non solo viene incrementata e migliorata la digestione, ma grazie al coriandolo è possibile anche eliminare gas che possono accumularsi a livello intestinale.

Senza dimenticare comunque che viene utilizzata anche in caso di pancia gonfia e di accumuli di grasso a livello addominale che determinano problemi da un punto di vista estetico.

Non solo una moda: l’efficacia della curcuma
Il rizoma della curcuma è una sostanza molto utilizzata negli ultimi tempi e che sta trovando ampio riscontro nel mondo della cucina.

D’altronde grazie ad esso è possibile dare sapore a diverse pietanze, ma è bene ricordare che si parla di un’ottima soluzione anche per quel che riguarda il dimagrimento.

La curcumina presente al suo interno è uno degli antiossidanti naturali più potenti, assieme ad altre molecole ottime che sono in grado di stimolare la secrezione degli enzimi digestivi dell’organismo umano.

L’azione brucia grassi della curcuma è molto importante e ha fatto in modo che si parlasse per tanto tempo del suo utilizzo addirittura come possibile antitumorale naturale.
Disponibile per lo più in forma di capsule o compresse di integratori.

Eliminare ogni gonfiore attraverso l’enotera
Un’altra erba efficace per eliminare qualsiasi tipo di gonfiore sia nella donna che nell’uomo è l’enotera.

In particolare i suoi semi sono il rimedio migliore visto che contengono una serie di acidi grassi importanti per l’organismo umano.

Basti pensare, ad esempio, all’acido gamma linoleico, all’acido linoleico e anche all’acido oleico che sono in grado di migliorare il metabolismo.

Ottima per quanto concerne il dimagrimento visto che questa erba naturale permette di rendere maggiormente efficiente la digestione e nella donna può contrastare anche quegli sbalzi ormonali che determinano alterazioni nella sensazione di fame.

Viene assunta preferibilmente sotto forma di olio di perle e si tratta di una sostanza naturale priva di particolari controindicazioni o anche possibile tossicità.

Il fagiolo bianco e la sua preziosa proteina

Molti avranno sentito parlare almeno una volta della proteina del fagiolo, ovvero la faseolamina. Questa si ottiene dalla pianta del fagiolo bianco ed è un inibitore di un enzima, l’alfa-amilasi, ovvero quello deputato alla digestione dell’amido.

Si tratta di una sostanza molto efficace in quanto riduce l’assorbimento degli amidi presenti in patate, pane e pasta andando a fare in modo che l’organismo possa usare l’energia disponibili.

Senza dimenticare comunque che migliora anche l’equilibrio glicemico, ovvero la concentrazione sanguigna del glucosio andando così a ridurre il rischio di problemi di vario tipo nei soggetti diabetici.
Ecco perché la proteina del fagiolo bianco è diventata così preziosa al giorno d’oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *