voglie improvvise di cibo

Voglie improvvise di cibo, cosa nascondono e come resistere

I messaggi inviati dal corpo

È un episodio piuttosto comune, accade per diversi motivi ed è per questo che può riguardare tutti noi. Si tratta della voglia improvvisa di cibo, una tentazione a cui pochi sanno resistere. Purtroppo questi episodi si manifestano nei momenti più inopportuni: dopo aver consumato uno dei pasti principali, nel mezzo della notte o poco prima di sedersi a tavola. Ancora peggio, e di solito è ciò che succede, se tali voglie riguardano cibo particolarmente ricco di grassi e privo di nutrienti, come snack salati, fritture e altri alimenti ad alto indice calorico.

Meglio quando la voglia riguarda del cioccolato fondente o della frutta secca, sempre se si riesce a fare attenzione alle porzioni.
Ma perché è così difficile resistere a queste tentazioni anche quando è stato appena consumato un pasto? Perché non si riesce ad evitare quegli alimenti extra che fanno salire vertiginosamente l’ago della bilancia?

Molti di coloro che si pongono questa domanda sono persone intente a dimagrire, infatti questi episodi sono più comuni in coloro che hanno un’alimentazione particolare, a stretto regime calorico e non ben bilanciata, ma non solo, dietro questi segnali che il nostro corpo ci invia, ci sono veri e propri messaggi criptici che però, grazie alla ricerca e alle nuove scoperte della medicina, oggi giorno sono facilmente decifrabili.

Carenza di nutrienti e sbalzi ormonali

Molti di voi sapranno già che la carenza di nutrienti può comportare manifestazioni come quelle prima citate. Vi sono delle particolari condizioni durante la vita in cui il corpo per qualche motivo richiede delle sostanze piuttosto che altre.

Una di queste è quella che riguardano le donne durante l’allattamento, il quale conduce ad arricchire la propria dieta con alimenti grassi e zuccherini. Ancora dopo una convalescenza o un virus intestinale l’organismo richiede più liquidi e sali minerali.

Ma spesso per qualche motivo che non raramente è legato a fattori ormonali, come il mal funzionamento di una ghiandola, possono manifestarsi episodi simili a quelli che capitano a coloro che hanno un’alimentazione sbagliata. In questi casi purtroppo la forza di volontà centra poco ed è perciò consigliabile la consultazione di un medico specialista, soprattutto nei casi non transitori.

L’alimentazione sbagliata

problemi voglie di ciboSempre tra le cause numero uno infatti che scatenano le improvvise voglie di cibo c’è la dieta sbilanciata, alla quale spesso si ricorre per dimagrire velocemente.
Quando un alimento viene consumato molto meno del solito infatti il corpo induce la persona a desiderarlo in modo forte e continuo.

Ad esempio come succede con i i carboidrati, spesso esclusi dalle diete super proteiche. Se è vero infatti che queste diete a base di proteine danno un senso di sazietà prolungato, occorre anche dire che portano a forti scompensi a volte dannosi per la propria salute.

Queste tipologie di alimentazione sono una delle principali cause delle abbuffate post dieta. Meglio optare per delle piccole porzioni di carboidrati ricavati da alimenti integrali: la mossa furba per portare a termine con successo una dieta. Infatti in questo modo non solo si tengono a bada le voglie dei cibi sbagliati e ad alto indice calorico, ma si apportano nel corpo le importanti fibre che prolungheranno la sensazione di sazietà.

Quando a mancare è un’emozione

Spesso però a far scattare in noi la voglia irrefrenabile di cibo, non è una carenza di alimenti o nutrienti, tanto meno di particolari necessità dell’organismo.
In questi casi i motivi sono del tutto razionali o quasi.

Avrete notato che quando si guarda la televisione, senza nemmeno troppo interesse, viene spesso in mente di arricchire quella pausa con degli snack, magari con più calorie di un pasto completo? O ancora quandoci si sente annoiati e si spezza la noia con uno spuntino.

Ancor peggio quando si è tristi ed afflitti e l’unica cosa che ci tira un po’ su è una note dolce e consolatoria, magari a base di cioccolato. Tutto questo avviene per sopperire alla mancanza di emozioni, come può essere l’affetto, o per la troppa noia. Per descrivere con una parola la causa che scatena voglia improvvisa di cibo potremmo usare questa: insoddisfazione. Che sia per mancanza di affetto, per via di un periodo difficile o semplicemente perché ci si sta annoiando, occorre in questi casi essere fermi e decisi a risolvere un problema che può essere affrontato solo da noi stessi.

Ad ogni cibo un bisogno

Aldilà delle cause che portano a ricercare determinati cibi in certi momenti della giornata, è curioso osservare come ad alcuni alimenti sia legata una particolare necessità nutrizionale. Spesso infatti quando si è alla ricerca di cioccolato, probabilmente si è davanti ad una carenza di magnesio, si può dunque integrare con delle verdure a foglia larga o del pesce. Se l’indice glicemico è particolarmente basso si potrebbe invece avvertire la voglia di carboidrati complessi come pane o biscotti.

Quando la voglia riguarda dolci e zuccheri si può provare a bere abbondante acqua perché è possibile che tale voglia sia legata a questa necessità.
Carenza di elettroliti e sali minerali invece quando viene voglia di cibi salati, dietro questo desiderio di solito infatti si nasconde la carenza di sostanze che possono essere integrate attraverso la frutta in special modo con cocco e banane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *